Martedì 16 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/12/2015

I.P.A. Venezia
Organizzato un convegno sulle tecniche comunicative necessarie per affrontare e gestire un TSO e i soggetti in stato di alterazione

(ASAPS) Si terrà il 13 gennaio, presso la sala San Giorgio in Piazza Castello a Noale (VE) il convegno “T.S.O. e soggetti in stato di alterazione – affrontarli, gestirli e prevenire lo stress da evento critico – Tecniche comunicative per l’operatore di Polizia”.

Organizzato dall’Esecutivo Locale Venezia di I.P.A. unitamente alla unione dei Comuni del Miranere e dalla Prefettura di Venezia l’incontro vuole affrontare questo tema importante guardandolo dalla parte degli operatori di Polizia molte volte coinvolti in questa problematica che nasconde, soprattutto al momento di affrontare soggetti in stato di alterazione, insidie importanti sia per l’incolumità stessa degli operatori, sia per i risvolti legali di tecniche di coercizione trattate in modo non adeguato.

Per questo gli interventi degli esperti chiamati a relazionare illustreranno le tecniche adeguate per trattare un TSO e, soprattutto, le tecniche comunicative adeguate per per evitare inutili e dannosi episodi di violenza.
Interverranno al convegno il dott. Matteo Rampin, medico chirurgo e psicoterapeuta, per parlare di “Tecniche psicologiche e comunicative in emergenza” cui seguirà la dott.ssa Monica di Sante, Criminologa del Comando Polizia Locale di Pescara, che tratterà l’argomento “T.S.O.: quale trattamento?”.

Terminerà i lavori, presieduti da Diego Trolese, Comandante del Corpo Polizia Locale Unione dei Comuni del Miranese, il dott. Stefano Iapichinio, medico chirurgo e Primo Dirigente Medico della Polizia di Stato per parlare di “Prevenzione e gestione dello stress da evento critico”.
La partecipazione al convegno è gratuita. (ASAPS)

 

>PROGRAMMA

>MODULO ADESIONE


Un convegno molto interessante su un tema delicato e di attualità. (ASAPS)

Mercoledì, 30 Dicembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK