Sabato 01 Ottobre 2022
area riservata
ASAPS.it su

ROMA: ORMAI E’ EMERGENZA VIOLENZA STRADALE 
NELLA CAPITALE E’ MOLTO ELEVATO IL RAPPORTO VITTIME ABITANTI. REGNA IL DISPREZZO DELLE REGOLE E IL RISCHIO SI FA CONSUETUDINE

Sappiamo bene che Roma è una città ad alta vocazione infortunistica. La capitale italiana conta un numero di vittime ogni centomila abitanti che è doppio o triplo rispetto ad altre capitali europee. Il rischio corre nel centro abitato, vittime predestinate in particolare i pedoni. Nell’ area urbana Roma conta 3,67 morti ogni 100.000 abitanti, Milano 2,01, Napoli 3,18, Torino 4,62, Bologna 1,83,  Firenze 3,50, Bari 4,72, Palermo 2,40.  Peggio ancora per le strade extraurbane per le quali il comune di Roma è ai primi posti con 1,42 vittime ogni 100.000 abitanti, preceduta solo da Genova 1,53, seguono Milano 0,46,  Torino 0,23, Napoli 0,62,Bari 0,31, Palermo 0,90. La media generale delle vittime in Italia è di 0,56 ogni centomila abitanti.

L’ultima strage di ieri in via Battistini è solo l’ulteriore  certificazione che Roma vive fra le altre emergenze anche quella della violenza stradale.
Ma in questo caso è inutile invocare l’ormai troppo atteso Omicidio stradale. Qui siamo di fronte ad una dinamica folle da omicidio volontario. Il seguito delle indagini ci darà maggiori dettagli.

E’ evidente ai più che ormai di fronte allo sprezzo delle regole da parte di chi ritiene la patente una inutile opzione e le leggi della strada un ridicolo indicatore giuridico che non lo riguarda, contando sulla impunità sistematica e di fatto garantita nel nostro Paese, l’arbitrio stradale e  la pirateria diventano consuetudine e il senso di impotenza delle divise rispetto  ai comportamenti a rischio e di sfida la prevedibile conseguenza.
Le forze di polizia ce lo segnalano con disarmante costanza: la fuga all’alt non è più eccezione ma ormai la prassi, l’inseguimento spesso è sospeso per timore del rischio ulteriore e per la mancanza pressoché completa di tutele per gli operatori di polizia. Le conseguenze sono sotto gli occhi di tutti. Almeno di quelli che vogliono vedere.
 
Forlì, 28 maggio 2015
 
Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

>Osservatorio il Centauro – ASAPS  Pirateria 2014
Fenomeno incontenibile
Monitorati 1.009 episodi con 119 decessi e 1.224 feriti. Smascherato il 57,8% dei pirati
Alcol e droga presenti nel 19,6% dei casi. 24,2% gli stranieri
46 i pedoni uccisi e 416 feriti da pirati
141 episodi in Lombardia, 105 in Emilia Romagna, 94 Veneto e 92 nel Lazio

 

>Roma, il padre del pirata:“Ero io alla guida ubriaco”



>PRIMAVALLE
Auto sulla folla, il padre del 17enne ricercato: «Guidavo io, ero ubriaco»
Intervista a lastampa.it. Il rom nega però che in macchina ci fosse suo figlio, sposato con la coetanea già arrestata per concorso in omicidio volontario. I familiari: «Chiediamo perdono». Il Campidoglio: «Pagheremo i funerali»

 

>Roma e i Rom: la questione è di illegalità, tutta italiana e nessuno sembra poterla (o volerla) risolvere
Di Lorenzo Borselli

 

>Roma, auto con tre rom non si ferma all'alt e investe nove persone in via Mattia Battistini: morta una donna, sei feriti gravi



A Roma strade a rischio. Anche con i rom spesso protagonisti di condotte assurdamente di sfida.  (ASAPS)

Giovedì, 28 Maggio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK