Sabato 23 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 27/08/2014

Svizzera
L'upi chiede più controlli della velocità sulle strade extraurbane
La rilevazione dell'UST e dell'upi dimostra che i controlli della polizia servono alla sicurezza stradale

Foto di repertorio dalla rete

Nonostante il costante aumento dei controlli di velocità degli ultimi anni, il numero di conducenti denunciati per eccesso di velocità continua a scendere. È quanto emerge da una rilevazione effettuata dall'Ufficio federale di statistica (UST) in collaborazione con l'upi, Ufficio prevenzione infortuni. I controlli sono meno frequenti proprio laddove si verificano la maggior parte degli incidenti dovuti alla velocità con feriti gravi o vittime mortali, ossia sulle strade extraurbane.

 

In termini statistici, chi viaggia con un veicolo a motore sulle strade svizzere viene sottoposto a un controllo di velocità ogni 64 chilometri: questo dato risulta dalla valutazione dei controlli della circolazione stradale da parte della polizia. L'indagine è stata condotta dall'Ufficio federale di statistica (UST) insieme all'upi. Tra i quasi 1 miliardo di veicoli che ogni anno s'imbattono in un controllo vengono registrati 4,34 milioni di superamenti del limite di velocità, tra i quali 100 000 conducenti denunciati. Le denunce vengono fatte in caso di gravi superamenti del limite di velocità e di norma comportano un ammonimento, il ritiro della patente e/o una condanna penale.

 

Per i controlli la polizia dispone di circa 800 sistemi di misurazione. Il 98 percento dei controlli viene effettuato da sistemi di misurazione che non richiedono la presenza umana, installati in modo fisso ai bordi della strada o sui semafori. Per il rimanente 2 percento si tratta di apparecchi sorvegliati da uomini, che vengono posizionati in determinato punti oppure gestiti da un veicolo in corsa. Quasi un terzo dei superamenti del limite di velocità viene registrato da sistemi di controllo sorvegliati; il numero di denunce scaturite da questo tipo di controlli raggiunge quasi il 40 percento.

 

Tra il 2009 e il 2013 il numero dei veicoli controllati in Svizzera è aumentato del 27 percento. Nello stesso periodo i superamenti del limite di velocità sono aumentati in misura quasi equivalente (30 percento). Le denunce dovute a elevate infrazioni di velocità sono invece scese di circa l'11 percento. Da ciò si può desumere che l'aumento dei controlli della velocità ha un effetto positivo sul comportamento dei conducenti che viaggiano a velocità eccessiva.

 

Nel 2013, poco meno di due terzi dei controlli si sono svolti nell'abitato (il che corrisponde a un controllo ogni 31 chilometri), un terzo in autostrada (1 controllo ogni 71 chilometri), mentre sulle strade extraurbane si è trattato di appena il 4 percento (un controllo ogni 553 chilometri)! Se si considera che più della metà delle persone gravemente ferite o morte a causa della velocità eccessiva si sono infortunate sulle strade extraurbane (il 40 percento sulle strade urbane e l'8 percento in autostrada), la necessità urgente di ampliare i controlli di velocità sulle strade extraurbane appare evidente. L'eccesso di velocità continua a essere un'importante causa d'incidente e i controlli della velocità costituiscono una misura di sicurezza comprovatamente efficace.

 

Effetti dei controlli della polizia

I controlli della velocità producono i maggiori effetti se vengono pianificati e svolti secondo i seguenti principi:

      I controlli della velocità sorvegliati non dovrebbero essere prevedibili né visibili per i conducenti. Inoltre, devono esercitare un effetto deterrente, aumentare l'aspettativa di essere controllati e condurre dunque generalmente a un maggior rispetto dei limiti di velocità segnalati.

 

        Un ulteriore punto focale riguarda il monitoraggio automatico della velocità con apparecchi di misurazione senza presenza umana, anch'esso volto ad aumentare l'aspettativa di essere controllati. Nel contempo, questo genere di controllo risponde alle esigenze della prevenzione infortuni diretta quando viene installato in modo ben visibile nei punti pericolosi. In quei casi i conducenti di veicoli si attengono particolarmente bene al limite di velocità indicato.

 

L'effetto dei controlli della polizia sul comportamento è maggiore quando nella zona da monitorare vengono impiegati sia posti di controllo senza presenza umana, sia posti di controllo sorvegliati, e nel contempo divulgate informazioni sul senso e lo scopo nonché sul risultato dei controlli.

 

Nella versione online del presente comunicato stampa su www.media.upi.ch sono disponibili i link alle valutazioni dettagliate dell'UST e a un grafico informativo.

 

 

Mercoledì, 27 Agosto 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK