Martedì 22 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi , News 31/12/2013

QUANDO L'ARRESTO E' A SCOPPIO RITARDATO A CAUSA DELLA MICCIA LUNGA ACCESA SOLO DALLA PRESSIONE DELL'OPINIONE PUBBLICA. ORA ATTENDIAMO IL SECONDO BOTTO CON UNA PENA ESEMPLARE!

Foto dal messaggero.it

(ASAPS) L'omicidio della piccola Stella era avvenuto nella serata di S. Stefano Martire ucciso a pietrate sulla strada, martire appunto come la bambina ammazzata per mano e volante da quel delinquente, (uscito da un carcere in Umbria solo qualche mese fa).
Gli elementi d'accusa - tutti gli elementi - come la velocità folle, l'esito degli esami che inchiodavano il conducente all'abuso di alcol e droga, la Polizia Stradale di Albano li aveva tutti velocemente forniti al magistrato. Però, come accade spesso, non era accaduto assolutamente niente. Il signor Daniel Domnar 21, cittadino romeno, se n'è rimasto tranquillo in ospedale per 5 giorni.
Solo la pressione dell'opinione pubblica, delle associazioni che si occupano di sicurezza stradale, della stampa che ha tenuto calda la vicenda, ha fatto in modo che si riaccendesse la lunga miccia che lentamente, molto lentamente, ha portato all'arresto di questo bel tipo.
Troppo tardi per non dare alla vicenda il sapore di una rispostina per calmare le acque.
Le modalità con l'arresto post datato, ci ricordano un altro caso, quello dell'albanese Ilir Bedi che il 13 agosto 2011 uccise quattro ragazzi francesi dopo aver percorso contromano per 20 km la A26 ad Alessandria, risultando ubriaco e drogato. Anche in quel caso l'arresto scattò solo dopo alcuni giorni di meditazione e sotto la fortissima pressione dell'opinione pubblica. In quel caso ci fu un altro seguito: una condanna a 21 anni per omicidio volontario in primo grado e confermata in appello. Leggere qui:
C'è solo da sperare che dopo l'accensione di questa miccia che ha portato all'arresto con scoppio ritardato di questo delinquente, in attesa che venga approvata finalmente la nuova figura di Omicidio stradale, segua un altro bel colpo con una condanna esemplare. Chiediamo troppo??

 

Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

 

Martedì, 31 Dicembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK