Sabato 05 Dicembre 2020
area riservata
ASAPS.it su

USA, Drammatico incidente a Paul Walker, attore protagonista di Fast & Furious
La Porsche su cui viaggiava assieme a un amico si schianta contro un albero e un palo: morti entrambi

La strada non è il cinema

(ASAPS) Forlì, 2 dicembre 2013 – Fast & Furious: Paul Walker, giovane attore statunitense, protagonista insieme a Vin Diesel della saga cinematografica, è morto nell’incendio di una Porsche Carrera GT. Sarebbe troppo facile cadere nella demagogia, lo sappiamo, ma questa non è demagogia: abbiamo sempre citato il film in molti articoli apparsi sul nostro sito e sulla nostra rivista Il Centauro per raccontare e smascherare il mito sbagliato della velocità stradale. “È solo un film!”, ci hanno fatto notare. Eh già, che palle quest’ASAPS (scusate la volgarità) che ha sempre una parola per riprendere tutti: una volta con lo spritz, una volta con l’apericena, un’altra con il Pignoletto e poi con Vasco (di cui abbiamo tutti i dischi), la pubblicità di Valentino (di cui siamo accaniti fans), con l’operazione Cieli Bui, con le multe agli stranieri, con le cinture di sicurezza. E ancora coi seggiolini del bambini, con i pirati della strada, coi sassi dai cavalcavia e via discorrendo. Noi rispondiamo: che palle sì! Ad avere sempre ragione, però. Paul Walker è morto in un tragico incidente, nel quale la Porsche, condotta da un amico con il quale stava raggiungendo una serata di beneficienza per raccogliere soldi da destinare alle vittime dei tifoni delle Filippine, è sbandata ad altissima velocità (dicono gli investigatori), schiantandosi prima contro un palo e poi contro un albero. O viceversa. L’auto si è incendiata e i due giovani sono stati trovati morti. Non ci dilunghiamo in commenti che potrebbero attirarci nuove accuse e ci limitiamo alla cronaca: aggiungiamo soltanto che al cinema gli eroi vincono sempre, sulla strada purtroppo moriamo tutti. (ASAPS)

 


 

Soltanto che al cinema gli eroi vincono sempre, sulla strada purtroppo moriamo tutti. (ASAPS)

 

 

 

 

 

 



 

Lunedì, 02 Dicembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK