Venerdì 09 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/01/2013

Sottosezione Polizia Stradale Fano
Furti di mezzi d’opera: fermato e arrestato un pluripregiudicato alla guida di un autocarro che trasportava un escavatore entrambi rubati in una ditta poche ora prima

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Nella notte tra il 29 e il 30 gennaio una pattuglia della Polizia Stradale di Fano, in servizio sull’Autostrada A/14 in territorio di Senigallia, ha fermato e arrestato un pluripregiudicato foggiano di 33 anni per furto aggravato di un autocarro e un escavatore, in concorso con altre persone in fase di identificazione.
Il tutto era iniziato un paio d’ore prima a Rimini, quando il proprietario di una ditta ha scoperto il furto un autocarro Iveco 120 E di colore bianco, con all’interno del cassone uno scavatore marca Fiat Kobelko modello E35.

 

Il proprietario è riuscito a tracciare il percorso intrapreso dai ladri e a darne notizia alle forze di Polizia: i veicoli stavano percorrendo la carreggiata Sud dell’A/14, di competenza della Polizia Stradale Autostradale di Fano che predisponeva immediatamente un servizio di vigilanza stradale al fine di rintracciare i mezzi e bloccare gli autori del furto.
Alle ore 04:30 gli operatori di una delle Pattuglie Autostradali, dopo aver scorto in lontananza l’autocarro che trasportava l’escavatore, si ponevano all'inseguimento ma il pregiudicato foggiano, informato della presenza della pattuglia presumibilmente dai complici che lo precedevano, dopo poco arrestava la corsa del mezzo sulla corsia di sorpasso, per poi scendere e darsi ad una precipitosa fuga.
Inseguito dagli uomini della Stradale di Fano, l’uomo è stato raggiunto e, dopo una breve colluttazione, bloccato ed arrestato.
Il processo per direttissima verrà celebrato nella giornata del 31 gennaio presso la sede distaccata di Senigallia del Tribunale di Ancona. (ASAPS)

 

Giovedì, 31 Gennaio 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK