Domenica 14 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 29/11/2005

Castelnovo Sotto (RE) - Una centrale operativa all’avanguardia

Castelnovo Sotto (RE): una centrale operativa all’avanguardia.


La nuova sala operativa della P.M. dei comuni associati di Castelnuovo Sotto e Poviglio

(ASAPS) E’ stata inaugurata sabato 26 novembre, la nuova centrale operativa del comando associato di Castelnovo Sotto e Poviglio, due importanti comuni in provincia di Reggio Emilia, che si è presentata come una struttura polifunzionale e all’avanguardia per quanto riguarda dotazioni e strumenti di controllo.
Grazie allo sforzo congiunto delle due amministrazioni comunali e della Regione Emilia Romagna, la nuova centrale vede riuniti gli operatori della Polizia Municipale ed il gruppo locale di Protezione civile per la gestione delle emergenze.
Alla presenza dei due sindaci, Roberta Mori e Stefano Carpi, del comandante del corpo associato Flaminio Reggiani, hanno partecipato all’inaugurazione le principali autorità provinciali fra cui il prefetto di Reggio Emilia Giuseppe Montebelli, il questore Gennaro Gallo, il comandante provinciale dei carabinieri Gianluca Bersela, l’assessore provinciale Luciano Gobbi e numerosi rappresentanti delle altre istituzioni locali. Fra gli invitati anche il responsabile provinciale dell’Asaps Roberto Rocchi.
Fiore all’occhiello della nuova centrale operativa è un sistema di monitoraggio che, nel rispetto della legge sulla privacy, permetterà di video-sorvegliare i punti nevralgici o più a rischio dei due comuni, comprese le piccole frazioni.
“In questo modo – ha sottolineato il comandante della Polizia Municipale, Flaminio Reggiani – intendiamo dare una risposta concreta di sicurezza a tutti i cittadini che reclamano maggiore sicurezza e interventi più rapidi”.
La nuova struttura, hanno poi sottolineato congiuntamente i sindaci Mori e Carpi, intende migliorare anche il rapporto con le altre forze di polizia preposte alla vigilanza stradale e al controllo del territorio, in particolare con Carabinieri e Polizia Stradale.
Il sistema di video-sorveglianza, infatti, vede dislocare un discreto numero di monitor anche nei punti nevralgici della circolazione locale e potrà dare modo agli operatori di polizia stradale di intervenire in tempo reale in caso di necessità.


L’operatore al tavolo di lavoro mentre monitorizza i tratti sottoposti a videosorveglianza

 

 

Martedì, 29 Novembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK