Venerdì 24 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 17/12/2005

ANAS: POZZI, IN CINQUE ANNI ABBIAMO INVESTITO 17,9 MLD EURO

ANAS: POZZI, IN CINQUE ANNI ABBIAMO INVESTITO 17,9 MLD EURO

Roma, 16 dic. (Adnkronos) - L’Anas in cinque anni ha investito 17,9 miliardi di euro. La conferma arriva dal presidente dell’Anas, Vincenzo Pozzi, durante i festeggiamenti per la Giornata del cantoniere, tenutasi al chilometro 13,5 della via Appia. ’’Nel 2005 l’Anas ha raggiunto prestigiosi obiettivi -dice Pozzi- come il completamento dell’autostrada Palermo-Messina, aperta al traffico lo scorso luglio; l’avvio dei lavori e la realizzazione dei primi dieci chilometri della tangenziali Asti-Cuneo; l’apertura dei cantieri per il completamento dell’autostrada Catania-Siracusa. In meno di cinque anni, l’Anas ha triplicato gli investimenti a livello nazionale, ha prodotto un volume di interventi pari a 17,9 miliardi di euro di bandi di gara pubblicati, contribuendo a recuperare il gap italiano nel settore infrastrutturale’’. Il presidente dell’Anas ha fatto inoltre il punto sulla situazione dei lavori: ’’tra il 2001 e il 2005 abbiamo aperto al traffico ben 445,56 chilometri di nuove strade. Solo quest’anno, tra nuove varianti, nuove tangenziali, nuovi svincoli, abbiamo aperto al traffico 130 chilometri di nuove strade per investimenti pari ad oltre 765 milioni di euro’’. Il presidente dell’Anas, ha inoltre spiegato che i lavori in corso per la realizzazione di nuove infrastrutture sono passati dai 5.611 milioni di euro del 2001 agli 11.781 milioni di euro del 2005, con una crescita di oltre il 110%. ’’L’Anas dal gennaio 2005 ad oggi -spiega Pozzi- ha attivato lavori per 4.215 milioni di euro fra cantieri gia’ aperti e progetti esecutivi assegnati ai general contractor, mentre nel 2001 erano appena 1.203 milioni’’. Durante la manifestazione sono stati consegnati 64 riconoscimenti a capo cantonieri, cantonieri e sorveglianti dell’Anas per l’attività svolta in tutta Italia al servizio della sicurezza stradale dei cittadini. Sono stati premiati alla memoria i tre cantonieri deceduti nel 2005. E’ stata quindi consegnata la medaglia dell’Anas ai parenti del capo cantoniere Francesco Bisignani e una medagli ai parenti del cantoniere Elio Cipresso, entrambi del compartimento della Calabria, periti in un drammatico incidente lo scorso 13 luglio mentre svolgevano il loro lavoro. Una medaglia e’ stata consegnata ai parenti del cantoniere Giuseppe Cali’, della direzione regionale per la Sicilia, deceduto il 13 febbraio 2005 mentre si apprestava ad un servizio di pronto intervento. E’ stata poi consegnata una medaglia ai cinque cantonieri rimasti gravemente feriti mentre svolgevano la loro attivita’ sulla rete viaria nazionale nel corso del 2005.’’Il lavoro del cantoniere e’ difficile, delicato, molte volte pericoloso -ha sottolineato il presidente dell’Anas, Vincenzo Pozzi-. Anche nel 2005 si e’ pagato un altissimo costo di vite umane e cio’ al servizio dello stato, degli utenti e del bene primario rappresentato dalla sicurezza stradale. E’ per questo che dedichiamo la cerimonia ai cantonieri che ora non sono qui con noi, che hanno perso la vita adempiendo al loro dovere, oppure hanno subito gravi menomazioni fisiche. Sento il dovere di ringraziarli sentitamente, a nome di tutta l’Anas per il loro spirito di servizio, -conclude Pozzi- per la loro abnegazione, per il sacrificio’’.




 

Sabato, 17 Dicembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK