Mercoledì 21 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 30/12/2005

UTILIZZO SCORRETTO DEL TELEPASS.

Da Il Messaggero Marittimo.
 
UTILIZZO SCORRETTO DEL TELEPASS.
ROMA - L’Associazione nazionale artigiani e piccole e medie imprese del trasporto merci, ha espresso la propria posizione riguardo la recente denuncia, da parte della società Autostrade, per l’uso illecito del Telepass da parte di alcuni autotrasportatori, attribuendo alle autostrade lacune tecnologiche ed organizzative.
"Cna-Fita non può certo esimersi dall’offrire la sua piena collaborazione alle Forze dell’ordine e all’Autorità giudiziaria nel caso effettivamente vengano accertati gli estremi di una truffa che sarebbe stata perpetrata da autotrasportatori attraverso un utilizzo scorretto del Telepass". "Purtroppo ogni categoria, come confermano anche i recenti fatti di cronaca bancaria, - afferma Maurizio Longo, responsabile nazionale di Cna Fita - deve fare i conti con comportamenti scorretti e l’autotrasporto ha in più di una occasione dimostrato di saperli emarginare".
"Tuttavia, se è vero che la truffa sarebbe stata perpetrata non attraverso l’utilizzo di sofisticate tecnologie, bensÏ fasciando il dispositivo di Telepass con un semplice foglio di carta stagnola, oppure staccando la presa di corrente, allora Cna Fita - aggiunge Longo - non può non interrogarsi anche sull’efficacia delle scelte tecnologiche e procedurali adottate dai concessionari autostradali i cui problemi, è il caso di ricordarlo, si ripercuotono anche sull’erario. Se un Telepass fasciato come un cioccolatino e una procedura che attraverso una dichiarazione a verbale consente di perpetrare una truffa di cui le autostrade si accorgono dopo mesi, solo dopo aver verificato un calo di fatturato, allora le modalità del rapporto di concessione autostradale e l’utilizzo che di questa concessione viene fatto (è solo il caso di ricordare il caos neve di poche settimane fa), dovrebbero produrre in più sedi giustificati interrogativi".


 


Venerdì, 30 Dicembre 2005
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK