Domenica 24 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 19/05/2012

Moto a 205 km/h in tangenziale. Autovelox record a Treviso
Nell'ultimo fine settimana 12 motociclisti morti. Ma il monito non serve...

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS) Avevamo pubblicato proprio martedì scorso il report degli incidenti del fine settimana, nel quale spiccava il tragico e imbarazzante numero di 12 moticiclisti morti contando solo i rilievi della Polizia Stradale e dei Carabinieri a cui si dovranno aggiungere poi quelli rilevati dalle Polizie Locali e si supererà sicuramente quota 15. Niente, effetto acqua fresca, ce lo dicono episodi come quello  che ci racconta il portale della  Tribuna di Treviso  (tribunatreviso.gelocal.it).

"Il centauro fotografato alle 13.30 del pomeriggio mentre sfrecciava in direzione Silea. Maxi multa per lui Nonostante la segnaletica, i numerosi articoli di stampa, le prime multe, c’è ancora chi si fa beffa degli autovelox installati lungo la Tangenziale. L’ultimo caso è da record e riguarda un motociclista fotografato a 205 km/h. Ben 110 chilometri orari oltre il limite stabilito dalla legge per quel tratto di strada (90km/h). Per lui scatterà ora la maxi multa da 779 euro, la sospensione della patente da sei mesi a un anno e la decurtazione di dieci punti dalla patente.  Ma il centauro-record non è solo. Due giorni prima, gli stessi velox che hanno immortalato lui hanno fotografato un altro motociclista che sfrecciava ben oltre i limiti: 187 km/h. Che ci sia qualcuno che gioca a stabilire dei record? I vigili urbani rilanciano l’allerta «c’è una completa indifferenza per il rispetto delle regole e la colpevole volontà di un comportamento, che pone in serio pericolo la propria e altrui incolumità»."
 
La conta delle vittime poi si allunga, ma la celebrazione della velocità vince ogni freno inibitorio e l'elenco delle croci sull'asfalto si allunga. (ASAPS)

 

Sabato, 19 Maggio 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK