Sabato 13 Aprile 2024
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 28/10/2011

L'alluvione - Consiglio dei ministri straordinario
Recuperato un altro corpo
a Borghetto Vara: 7 vittime

Atteso l'esercito, ripartono i treni merci. L'A12 riaperta su un'unica corsia

MILANO - Sale a sette vittime il bilancio ufficiale dell'alluvione che martedì ha colpito la Liguria e la Toscana. I Vigili del fuoco hanno estratto intorno alle 8 di venerdì dalle macerie di una casa a Cassana, frazione di Borghetto Vara dove stavano scavando da due giorni, il corpo di un uomo. Si tratta di un romeno che era ospite di un amico anch'egli morto. Il bilancio ufficiale delle vittime sale a sette decessi e sette dispersi. Il Consiglio dei Ministri è convocato questa mattina alle 11 a Palazzo Chigi per decidere lo stato di emergenza nelle zone colpite dalle eccezionali avversità atmosferiche.

AL FREDDO - Intanto hanno trascorso la terza notte all'addiaccio gli sfollati del Levante ligure. Mancano ancora corrente elettrica, gas e acqua in molti paesi. Le persone che hanno potuto restare nelle loro abitazioni, risparmiate dall'acqua e dal fango, hanno dormito senza riscaldamento. Tra gli sfollati i più fortunati hanno trascorso la notte negli alberghi messi a disposizione per l'emergenza, ma la maggior parte si è dovuta accontentare delle auto che non sono state danneggiate dall'alluvione. Mancano cibo e, soprattutto, acqua.

AULLA - Un'altra emergenza nella serata di giovedì ha impegnato a fondo la macchina organizzativa. 250 persone hanno dovuto lasciare le loro abitazioni nel centro storico di Mulazzo, un comune che si trova ad una decina di chilometri da Aulla, alluvionata due giorni fa dalle acque del Magra. Una verifica aerea dei tecnici dei vigili del fuoco e di alcuni geologi ha evidenziato diversi movimenti franosi che minacciano l'agglomerato storico del paese. Le persone evacuate sono state ospitate nel Palazzetto dello Sport e in alcune strutture alberghiere. Si apre così un altro fronte di questa ondata di maltempo che la Protezione Civile aveva annunciato alcuni giorni prima come ha confermato il Capo del Dipartimento della Protezione Civile, Franco Gabrielli.

L'ESERCITO - Intanto è attesa per venerdì mattina la colonna mobile dell'Esercito inviata dal Ministero della Difesa per contribuire alla messa in sicurezza di Borghetto Vara e Brugnato, i centri più colpiti dall'alluvione che si è abbattuta martedì scorso sullo Spezzino. Intanto proseguono le operazioni di fango e detriti che hanno invaso i due centri. Sul fronte delle Cinque Terre, restano isolate Vernazza e Monterosso, praticamente spazzati via dall'alluvione.

L'AUTOSTRADA
- È stata riaperta questa notte all'una l'autostrada A12 sia in direzione Nord che in direzione Sud, su un'unica corsia alternata, dopo quattro giorni di chiusura dovuta all'imponente fronte franoso che si è abbattuto dopo una galleria tra La Spezia e Carrodano. Resta invece chiusa l'uscita di Aulla, il centro della Lunigiana maggiormente colpito dalle esondazioni. Per quanto riguarda le Ferrovie è ripresa anche la circolazione dei treni merci.

 

da corriere.it

Venerdì, 28 Ottobre 2011
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK