Domenica 25 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Sicurstrada 09/07/2010

Il quesito del giorno - Quali documenti deve avere a seguito il conducente di un autobus di linea con percorso inferiore ai 50 km?

Avrei bisogno dei chiarimenti sul controllo dei conducenti che effettuano il trasporto di persone, dato che si trovano abbondanti testi sul trasporto merci, ma pochi sul trasporto persone nazionale.  In particolare vi chiedo dei chiarimenti sui documenti che deve avere a seguito il conducente di un autobus di linea con percorso inferiore ai 50 km (quindi esente dagli obblighi di cui al reg. 561/06), che dopo avere effettuato il suo servizio di linea, per esempio per 4 ore,  cambia veicolo e prosegue con un autobus della stessa ditta per effettuare un trasporto occasionale in conto terzi (anche gite anche all’estero) per esempio per altre 8 ore. Se lo fermo a bordo di questo secondo veicolo, quali documenti deve avere il conducente riguardo al periodo di effettuazione della linea, in particolare come prova del tempo di lavoro, e come sanzionare? Inoltre vi chiedo se il conducente deve avere a bordo un documento che comprovi il suo rapporto di lavoro con il vettore (come nel trasporto merci), trovando sempre più piede il lavoro a chiamata.
Porgo i miei saluti e vi ringrazio per il vostro preziosissimo supporto quotidiano.

 
email - Brunico (Bz)

***

(ASAPS) In riferimento a quanto esposto nel quesito, si rappresenta che il conducente dell’autobus di linea con percorso inferiore a 50 km deve avere al seguito l’attestato del conducente previsto dal  D. Lgs. 144/08.
Per quanto riguarda il rapporto di lavoro, si precisa che tale obbligo è richiesto per i conducenti degli autobus adibiti al servizio di noleggio con conducente come prescrive l’art. 6 del D. Lgs. 218/03. (ASAPS) 

Venerdì, 09 Luglio 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK