Venerdì 19 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/12/2010

Palermo - Pass per disabili intestati ai morti
La Polizia Municipale invita i furbi ad autodenunciarsi

Su 25mila tagliandi quasi la metà sono intestati a persone decedute
Ora gli irregolari rischiano una denuncia per truffa e falso ideologico

Foto di repertorio dalla rete

(ASAPS), 31 dicembre 2010 – A Palermo quasi la metà dei tagliandi per portatori di handicap risultano intestati a persone decedute o emigrate in altri comuni ma continuano ad essere utilizzati in maniera indebita. A scoprire la sconcertante situazione la Polizia Municipale della città che ora, attraverso il suo comandante Serafino De Peri,  fa sapere che "chi detiene un pass irregolarmente si deve presentare subito nei nostri uffici per evitare una denuncia e una condanna per truffa e falso ideologico". L’indagine ha preso avvio a marzo, quando i “vigili urbani” insieme con l’ufficio "H" del Comune hanno avviato un monitoraggio sui titolari di pass ultra-ottantenni scoprendo che il 44% dei 7.474 possessori di pass nati prima del 31 dicembre del 1930, risultava deceduto.
Secondo la normativa vigente gli eredi di un titolare di pass deceduto dovrebbero riconsegnare il tagliando all’ufficio "H", ma fino ad ora, in pochissimi lo hanno fatto, contando sugli scarsi controlli dell’amministrazione. Adesso le indagini sono diventate più stringenti, e la Polizia Municipale sta scrivendo agli eredi dei titolari dei contrassegni per chiedere che restituiscano i tagliandi. Chi non ottempererà alla richiesta rischia una denuncia per truffa, qualora il pass venga trovato ancora sul cruscotto di un’automobile.
La  Polizia Municipale si sta concentrando inoltre anche sui parcheggi riservati sotto casa per verificare se sotto le residenze degli undicimila "morti viventi" ci siano ancora stalli di sosta e provvedendo a rimuoverli in caso positivo. (ASAPS)

 

 

Venerdì, 31 Dicembre 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK