Sabato 15 Agosto 2020
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 26/11/2010

"Siamo nati per camminare" una nuova campagna della Regione Emilia-Romagna per ricordarci che i nostri piedi sono il mezzo di locomozione più antico, ecologico e salutare

La locandina dell’iniziativa “Siamo nati per camminare”

(ASAPS), 26 novembre 2010 – La scelta di portare i figli a scuola in macchina, sembra a livello individuale, una scelta razionale, veloce e pratica. Tuttavia questo ragionamento, che spesso fa la maggior parte dei genitori, produce un aumento significativo del traffico, dell’inquinamento e dei pericoli nell’aree in prossimità degli istituti scolastici. Spesso poi si impiega più tempo che ad andare a piedi, dato che, soprattutto in città, le scuole primarie hanno un bacino di utenza di qualche centinaio di metri. Inoltre andare a scuola facendo una passeggiata rappresenta per i bambini e per i genitori, l’opportunità di combattere la sedentarietà facendo un po’ di attività fisica.
Da tutte queste riflessioni nasce la campagna "Siamo nati per camminare" promossa dall’ Osservatorio per l’educazione e la sicurezza stradale della Regione Emilia-Romagna insieme al Centro Antartide. Partecipano alla progetto anche Camina e i Comuni di Bologna, Cesena, Ferrara, Forlì, Modena, Piacenza, Ravenna, Reggio Emilia, Rimini,
mentre a Milano l’iniziativa viene promossa da Genitori Antismog.
"Siamo nati per camminare" è una lettera aperta rivolta ai genitori sotto forma di una colorata cartolina che sarà distribuita nelle scuole accompagnata anche da un manifesto da affiggere nelle classi e da tanti post-it con la scritta "siamo nati per camminare" da attaccare come promemoria a casa e nelle auto dei genitori. La lettera si conclude con un appello agli automobilisti "ricordatevi che siamo tutti pedoni. Rispettate le regole e i limiti di velocità. Anche il pedone che è in voi vi ringrazierà".
L’iniziativa che invita a fare dell’andare a piedi uno stile di vita, fa parte di un progetto sui percorsi sicuri casa-scuola promosso dalla Regione Emilia-Romagna, dai Comuni, dalle scuole e dalle associazioni, per proporre alternative sicure per andare a scuola senz’auto. Il progetto prevede anche la realizzazione di interventi infrastrutturali nei pressi delle scuole per aumentare la sicurezza di pedoni e ciclisti è facilitare la diffusione di "piedibus" e "ciclobus", comitive organizzate di bambini e ragazzi che si recano a scuola a piedi o in bici sotto l’occhio vigile di uno o più adulti. (ASAPS)

 

Venerdì, 26 Novembre 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK