Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Sicurstrada 04/08/2010

Il quesito del giorno - Autotrasportatore munito di cronotachigrafo digitale, ha l’obbligo di indicare l’ingresso e l’uscita dagli Stati in cui transita?

Buongiorno, vorrei sapere quali obblighi ha l’autotrasportatore munito di cronotachigrafo digitale per indicare l’ingresso in altri stati. Conseguentemente, cosa deve verificare l’operatore di Polizia per verificare se la velocità riportata sulla stampa delle velocità è realmente stata commessa in uno stato (tipo la Francia) dove ci sono limiti di velocità superiori? Capita spesso che il conducente riferisca di averle commesse all’estero, ma sulla stampa delle velocità il paese non emerge, mentre sulla stampa giornaliera lo stato emerge solo abbinato all’ora d’inserimento e  disinserimento della scheda, quando la stessa non è lasciata all’interno, altrimenti non compare nulla.
Ringrazio anticipatamente per le delucidazioni che vorrete darmi.

email-San Marcello Pistoiese (Pi)

***

(ASAPS) In riferimento a quanto esposto nel quesito, si rappresenta che il conducente all’inizio del viaggio deve inserire nel cronotachigrafo digitale il Paese di "inizio viaggio" e quando arriva il Paese di "fine viaggio".
Per quanto riguarda l’accertamento della velocità (riferita alla categoria del veicolo) purtroppo non è di facile identificazione; infatti il conducente se lascia la carta tachigrafica inserita non indicherà il Paese di “termine viaggio” e pertanto l’operatore non può agganciarsi a nessun riferimento che indichi almeno il Paese nel quale è terminato il viaggio in riferimento ad una data precisa.
Altre soluzioni non se ne conoscono.(ASAPS)

Mercoledì, 04 Agosto 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK