Giovedì 25 Febbraio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Notizie brevi 31/10/2007

Roma - Il Governo dà il via libera al pacchetto sicurezza

Approvati i provvedimenti sulla certezza della pena, sulla banca dati del Dna, contro la criminalità, sicurezza urbana e falso in bilancio
Tra le principali norme approvate anche l’inasprimento delle pene per chi provoca un omicidio mentre guida in stato di ebbrezza e la confisca del veicolo

Il Ministro dell’Interno - Giuliano Amato

(ASAPS) – Il Governo dà il via libera al pacchetto sicurezza. Cinque i disegni di legge da presentare in Parlamento che intervengono con nuove misure per la sicurezza urbana, per la certezza della pena, per l’istituzione della banca dati del Dna e per il contrasto alla criminalità organizzata. Il quinto ddl reintroduce di fatto di falso in bilancio. Tra le principali norme approvate anche quella relativa alla guida in stato di ebbrezza: 
chiunque al volante sotto l’effetto di alcol o droghe provoca un omicidio colposo è punito con la reclusione da tre a 10 anni (oggi sono previste pene da uno a cinque anni). Nel caso di condanna per omicidio colposo o lesioni colpose a più persone, poi, “é sempre disposta la confisca del veicolo salvo che appartenga a persona estranea al reato”.

Presentando il pacchetto, definito “Amato-Mastella”, il ministro dell’Interno ha spiegato che “i disegni di legge sulla sicurezza vanno in Parlamento come tali e contengono norme che dovrebbero incontrare consenso in Parlamento e sollecita approvazione. Proprio per questo li mandiamo come ddl e non come atti del Governo. Ove queste misure non venissero approvate in tempi ragionevoli, il Governo dovrà riconsiderare la sua scelta”. Tra le novità inserite nel pacchetto, un emendamento in Finanziaria per promuovere “concrete misure” sotto il profilo dell’incremento della videosorveglianza nelle città e incentivi per il ricorso a sistemi di pagamento elettronico nelle tabaccherie, anche per pagamenti di piccola taglia. Una misura “importante anche ai fini della lotta al riciclaggio, ha spiegato Amato, che punta a ridurre i rischi di avere del contante addosso. Chiunque ne ha in quantità rilevante diventa un bersaglio umano e noi dobbiamo ridurre il rischio riuscendo a ridurre progressivamente il contante ai minimi termini perché è una cosa che attira la criminalità”. (ASAPS) 

La guida del Governo “Le misure legislative per la sicurezza” (pdf)


© asaps.it
Mercoledì, 31 Ottobre 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK