Lunedì 24 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su

Stati Uniti, campagna di prevenzione per i giovani

Velocità, guida in stato di ebbrezza, cinture e SUV: dai 15 ai 21 anni a scuola di sicurezza

Una delle immagini che costituiscono la nuova campagna americana per la sicurezza stradale


(ASAPS) WASHINGTON (USA), 27 febbraio 2007 – Non è il migliore dei bollettini, quello statunitense: ogni anno, su queste strade, 3.500 giovani muoiono, oltre 8.000 restano coinvolti in eventi mortali, e più di 300mila finiscono in ospedale, molti con lesioni irreversibili. Con questa consapevolezza, una gruppo di associazioni (tra consumatori ed assicurative), coordinate dall’ Advertising Council, hanno dato vita negli States ad una serie di campagne di sensibilizzazione. Gli studi della NHTSA (National Highway Traffic Safety Administration) hanno infatti dimostrato che il numero di giovani conducenti coinvolti in eventi mortali – qui la patente si può conseguire a 16 anni – è 5 volte maggiore rispetto agli adulti. I problemi sono quelli di tutto il mondo: velocità eccessiva, guida sotto l’effetto di alcol e droghe, semafori bruciati e ribaltamenti con i SUV, per i quali le tecniche di guida non sono correttamente apprese. Il tema della campagna è “parla senza paura” ed è diretta ai giovani di età compresa tra i 15 ed i 21 anni, l’età più critica per il segmento di sinistrosità preso in esame: si discute di velocità, di distrazioni, di cinture di sicurezza fino – appunto – alla necessità di conseguire un addestramento specifico alla guida dei grossi fuoristrada, che se in Europa non superano il 10% del parco circolante, negli USA sono una realtà ben più diffusa. Secondo gli organizzatori, 350mila ragazzi assisteranno alle varie lezioni. (ASAPS)


© asaps.it
Martedì, 27 Febbraio 2007
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK