Giovedì 29 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Bologna, investe volontariamente una guardia giurata nel parcheggio della stazione, arrestato: «Trascinato 50 metri»
da corrieredibologna.corriere.it

Si tratta di un automobilista di 56 anni bolognese: era stato rimproverato dal vigilante perché ostruiva il passaggio dei pedoni. Rintracciato grazie alle immagini delle telecamere: appostamenti sotto casa e al lavoro per trovarlo
Un frame del video: la guardia giurata è stata travolta dall'automobilista

da corrieredibologna.corriere.it

Ha volontariamente investito una guardia giurata, che poco prima gli aveva chiesto di spostare la macchina, poi si è dato alla fuga, senza preoccuparsi delle condizioni del ferito. Il fatto, interamente ripreso delle telecamere di videosorveglianza, è successo il 7 novembre nel Kiss&Ride, il parcheggio interrato della stazione di Bologna. L'autore del gesto, un bolognese di 56 anni, è stato rintracciato dalla polizia, che lo ha arrestato per i reati di resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. 

Il diverbio tra l'automobilista e la guardia giurata

Tutto è cominciato quando la guardia giurata, in servizio all'interno della stazione bolognese, ha notato una Mercedes parcheggiata in modo tale da ostruire il passaggio dei pedoni e lo ha fatto notare al conducente, che in quel momento si trovava all'esterno dell'abitacolo. Il 56enne, infastidito dalla contestazione, è salito a bordo e, dopo aver inserito la retromarcia, ha cercato di urtare la guardia, che è riuscito a spostarsi e ad annotare il numero di targa. Ma non era finita: il conducente della Mercedes ha accelerato e ha nuovamente investito il vigilante, finito sul cofano dell'auto dove è rimasto per un tratto di circa 50 metri, prima di cadere a terra per la velocità dell'auto.

>VIDEO - Investe una guardia giurata alla stazione di Bologna: le immagini delle telecamere

Sul cofano dell'auto per un tratto lungo 50 metri

La guardia giurata, soccorsa dal 118 e medicata all'ospedale Maggiore, non ha riportato gravi conseguenze. Dopo l'incidente, l'uomo che era alla guida ha proseguito la corsa, uscendo dal Kiss&ride e dandosi alla fuga. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polfer di Bologna che, dopo avere ascoltato i testimoni ed esaminato le immagini dei sistemi di videosorveglianza, sono risaliti al proprietario della Mercedes. 

Gli appostamenti sotto casa e al lavoro per trovare il responsabile

Sono serviti alcuni appostamenti, sotto l'abitazione e davanti al luogo di lavoro del 56enne, per arrivare e fermarlo, mentre era ancora alla guida della stessa auto. Al termine degli accertamenti di rito, tra cui quelli volti a rilevare l'eventuale assunzione di alcool o stupefacenti, l'uomo è stato arrestato. All'udienza in direttissima, è stato sottoposto all'obbligo di firma in Questura, in attesa della successiva udienza prevista per il prossimo mese di dicembre.


Sulle strade ormai siamo al vero delirio. (ASAPS)

 

 


 

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

 

 


 

 

 

Venerdì, 10 Novembre 2023
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK