Lunedì 26 Febbraio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Incidenti Bambini 12/09/2023

Portogruaro, bimbo di un anno e mezzo muore a un investito da un’auto

Il piccolo è stato portato in ospedale dalla mamma, i medici: trauma cranico compatibile con un incidente stradale. Il pm dispone l'autopsia
L'ospedale di Portogruaro

da corrieredelveneto.corriere.it

La prima richiesta d'intervento è arrivata nel pomeriggio alle 17.20 al Suem di Venezia. Poco dopo, verso le 17.45, una donna ha raggiunto in autonomia l'ospedale di Portogruaro e con suo figlio in braccio al Pronto soccorso ha chiesto aiuto perché il piccolo sembrava non dare più alcun segno di vita. Quando i medici lo hanno visitato era in arresto cardiaco. Aveva un trauma cranico all'altezza della nuca e non reagiva più. Immediate le manovre di rianimazione, continue e assidue da parte dei medici, che hanno tentato in ogni modo di tenere in vita il bambino, Kurtesi Balil, andando avanti a massaggiarlo per oltre un'ora. Ma non c'è stato nulla da fare. 

I medici

Dichiarato il decesso del piccolo, di una famiglia di origini serbe residente nella frazione di Mazzolada a Portogruaro, i medici hanno sentito ancora la madre per acquisire informazioni più precise sul fatto e le ragioni di quel trauma alla testa. All'inizio sembrava trattarsi di un incidente domestico, come una caduta dall'alto o un urto accidentale avvenuto in casa. Poi però il quadro si è fatto più chiaro ed è emersa la compatibilità delle gravi condizioni del bambino, che lo hanno portato alla morte, con un investimento stradale. 

L'autopsia

Il piccolo probabilmente è stato travolto da una macchina in movimento (non si sa da chi fosse guidata) mentre era fuori da casa sua. Non in ambito domestico ma nelle immediate vicinanze. All'ospedale è stato presente agli accertamenti sanitari il medico legale, Antonello Cirnelli, che in mancanza di indicazioni coerenti e precise ha ritenuto di fare subito una Tac completa della salma. Nei prossimi giorni verrà svolta l'autopsia dopo la segnalazione alla procura. Inizialmente la chiamata della famiglia di Kurtesi Balil era stata intercettata anche dal Pronto soccorso di Treviso, poi seguita dalla gestione emergenze del Veneziano. Gli operatori acquisendo informazioni utili sulle ferite del bambino al telefono hanno dato le prime indicazioni sulle azioni da seguire in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Ma la mamma, sconvolta dalla mancata reazione del figlio, non ha voluto aspettare ed è partita con il bambino verso l'ospedale per raggiungerlo prima possibile.


 

Secondo l'Osservatorio ASAPS il bambino  è la 36esima piccola vittima della strada da gennaio all'11 settembre 2023.
I bambini morti sulle strade erano stati 39 in tutto il 2022.
ASAPS monitorizza le minacce alla nostra sicurezza in tempo reale e denuncia le cause.
Nessuna dica non credevo, non sapevo...
Grazie a chi sostiene anche i nostri Osservatori con la sua iscrizione all'ASAPS

 

 

 

Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

 

Clicca qui per mettere "mi piace" alla nostra pagina Facebook

 

Clicca qui per seguire la nostra pagina Instagram

 

SOSTIENI LA RACCOLTA DATI DELL'OSSERVATORIO ASAPS PER LA SICUREZZA STRADALE,
SOSTIENI LA VOCE LIBERA DELL'INFORMAZIONE SULLA SINISTROSITA' SULLE STRADE
CON LA TUA DONAZIONE ALL’ASSOCIAZIONE

 

E PER ISCRIVERTI ALL'ASAPS

Martedì, 12 Settembre 2023
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK