Sabato 20 Luglio 2024
area riservata
ASAPS.it su

Milano
Via Arquà, due fratelli in auto urtano un ciclista: lui scende e li accoltella, uno è grave

L'incidente a Milano nella zona di via Padova, nel primo pomeriggio di domenica. All'origine del duplice accoltellamento ci sarebbe una lite stradale

Un banale incidente. L'auto che urta lievemente un ciclista. Lui che scende dalla bici ed estrae un coltello. Si avventa con furia contro due dei tre uomini seduti in macchina e li ferisce entrambi: uno è molto grave. Tutto è accaduto intorno alle 15.10 di domenica 2 aprile in via Arquà, nella zona di via Padova. La polizia ha arrestato un 20enne egiziano con l'accusa di essere il presunto autore del ferimento. Gli agenti lo hanno rintracciato davanti al pronto soccorso del San Raffaele dove era andato a farsi medicare una ferita al polso sinistro.  È stato dimesso con 35 giorni di prognosi in attesa di un intervento chirurgico

Secondo una prima ricostruzione degli investigatori della questura, all'origine del duplice accoltellamento ci sarebbe appunto una lite stradale. I due feriti, fratelli tra loro, hanno 39 e 41 anni e sono entrambi di origine egiziana. Il più grande è stato portato da un'ambulanza e un'automedica in codice rosso all'ospedale Niguarda. Le sue condizioni sarebbero serie ma non è in pericolo di vita: è intubato e ricoverato in rianimazione con ferite alla spalla e all'addome. L'altro fratello è stato trasferito in giallo al Fatebenefratelli: i medici gli hanno suturato una ferita all'addome e rimane in osservazione. Illeso il terzo passeggero della vettura.

da corriere.it


L’Osservatorio ASAPS delle aggressioni fisiche  refertate a seguito di liti per motivi di viabilità,  nel 2022 ha registrato 158 episodi nei quali 8 persone sono state uccise e 184 sono state ferite, di queste 44 in modo grave.
In 31 casi sono state usate armi proprie (19,6%) in 21 episodi sono state usate armi improprie (13,35) compresa la stessa vettura. Negli altri casi le lesioni sono state provocate da pugni e calci.

Lunedì, 03 Aprile 2023
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK