Giovedì 02 Febbraio 2023
area riservata
ASAPS.it su

130mila cani e gatti abbandonati per le vacanze: causano oltre 200 incidenti

E' un reato punito con l'arresto, ma ogni ora vengono abbandonati 9 gatti e 5 cani, mantenendo una media impressionante di un abbandono ogni 4 minuti e mezzo!

Abbandono degli animali domestici: i numeri del fenomeno

Nel nostro Paese, ogni anno, vengono abbandonati circa 130.000 animali domestici, di cui 80.000 gatti e 50.000 cani, che vanno a incrementare il numero di randagi, pari a 900.000. Ogni ora vengono abbandonati 9 gatti e 5 cani, mantenendo una media impressionante di un abbandono ogni 4 minuti e mezzo.

In testa alla classifica nera per l’abbandono dei cani c’è la Sicilia, seguita rispettivamente da Campania, Calabria e Sardegna. Mentre per quanto riguarda i gatti, questo fenomeno avviene maggiormente in Puglia, Piemonte e Lazio, seguite da Sicilia e Calabria.

L’abbandono degli animali cosiddetti “da compagnia”, oltre ad essere un gesto incivile è un reato perseguito, in Italia, ai sensi dell’art.727 del Codice Penale con l’arresto fino a un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro.

“Il 21 giugno dalle ore 10:30 saremo in Piazza del Popolo a Roma insieme a Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi – afferma Walter Caporale, Presidente degli Animalisti Italiani – per sensibilizzare sulla piaga dell’abbandono con il lancio della nostra campagna (R)ESTATE CON LORO. Ci sono stagioni in cui l’abbandono degli animali, sia cani che gatti, è maggiore, come durante l’estate in cui raggiunge soglie del 30%. Per questo abbiamo deciso di organizzare l’evento in concomitanza con il solstizio d’estate, proprio ad inizio della stagione”.

Animalisti Italiani allestirà uno stand per divulgare materiale informativo, mettendo in scena, attraverso una rappresentazione teatrale, il dramma dell’abbandono che, oltre a costituire reato e rappresentare un momento drammatico per la vita dei nostri compagni di vita a quattro zampe, è anche un grave e concreto pericolo per tutti gli automobilisti ogni anno in viaggio sulle strade italiane.

Nel 2021, secondo i dati Asaps, si è registrato un incremento degli incidenti stradali: 213 casi gravi contro 157 nel 2020 e 164 nel 2019. La maggior parte è avvenuta di giorno e le regioni che ne registrano di più sono la Toscana, il Lazio e la Lombardia.

Sono numerosi gli incidenti causati da animali vaganti o randagi ed è bene ricordare a ogni cittadino: chi abbandona un animale commette reato ai danni dell’animale stesso e potrebbe rendersi responsabile anche di omicidio colposo.

Animalisti Italiani continua sul sito www.animalisti.it la raccolta firme per richiedere condanne più severe per chi abbandona e/o maltratta gli animali. "Auspichiamo che il DDL Proteggi Animali, finalizzato ad una maggiore tutela degli animali e all’inasprimento delle pene, incardinato in Commissione Giustizia al Senato dall’11 giugno 2019 diventi legge al più presto", spiega l'associazione.

da affaritaliani.it

 

>Osservatorio ASAPS Incidenti con animali anno 2021
213 incidenti gravi che hanno causato 13 morti e 261 feriti
199 gli impatti su statali e provinciali e 14 sulle autostrade
I consigli dell'ASAPS


“Nel 2021, secondo i dati ASAPS,  si è registrato un incremento degli incidenti stradali: 213 casi gravi contro 157 nel 2020 e 164 nel 2019. La maggior parte è avvenuta di giorno e le regioni che ne registrano di più sono la Toscana, il Lazio e la Lombardia.”

Mercoledì, 22 Giugno 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK