Giovedì 07 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su

Incidente sulla A21, figlio di 11 anni sbalza fuori dall'auto: il padre esce per soccorrerlo ma viene travolto. Morti entrambi

Oltre alle due vittime, si sono registrati altri 8 feriti (tra i quali anche la moglie e gli altri due figli della coppia)

Tragedia sull'autostrada A21 Piacenza-Torino, nel tratto tra Casteggio e Voghera in provincia di Pavia: padre e figlio, di 45 e 11 anni, francesi residenti a Parigi, sono morti in un drammatico incidente. Oltre alle due vittime, si sono registrati altri 8 feriti (tra i quali anche la moglie e gli altri due figli della coppia), trasportati in ambulanza all'ospedale di Voghera (Pavia) e al Policlinico San Matteo di Pavia: le loro condizioni non sembrano preoccupanti.

La dinamica dell'incidente

Secondo una prima ricostruzione (la dinamica è in fase di accertamento da parte della polizia stradale), l'auto sulla quale viaggiava la famiglia francese è stata tamponata da una vettura. In seguito all'urto, particolarmente violento, il figlio di 11 anni è stato sbalzato fuori dall'abitacolo.

Il padre è subito sceso per cercare di soccorrerlo, ma è stato travolto da una terza vettura che nel frattempo stava percorrendo la stessa carreggiata. Per il padre e il figlio purtroppo non c'è stato nulla da fare, troppo gravi le ferite riportate. Il tratto dell'A21 dove è avvenuto l'incidente è rimasto chiuso per il tempo necessario a soccorrere i feriti ed a consentire ai vigili del fuoco di rimuovere i mezzi incidentati; in mattinata la circolazione è ripresa regolarmente.

da ilmessaggero.it


 

Grave tragedia stradale sulla A21 perdono la vita il padre e il suo bambino di 11 anni. Dopo il tamponamento il bambino era stato sbalzato sull'asfalto il padre ha tentato di soccorrerlo ma è stato a sua volta investito e ucciso. Il bambino secondo l'Osservatorio ASAPS  è la decima piccola vittima della strada nel 2021. Grande tristezza.

Venerdì, 29 Aprile 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK