Giovedì 07 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su

"Bastardo siamo i Casamonica". E il branco taglia l'orecchio a un 59enne dopo il pestaggio in strada

L'uomo ha ematomi e ferite su tutto il corpo, dovrà essere ascoltato nuovamente dagli investigatori. L'aggressione a Roma in via Bellico Calpurnio

"Bastardo noi siamo i Casamonica": gli tagliano il lobo dell'orecchio con il coltello e lo riempiono di botte. Così un uomo egiziano di 59 anni è finito in ospedale con una prognosi superiore ai 20 giorni, è stato pestato dal branco per un banale diverbio stradale. Un pestaggio in piena regola che si è consumato in pochi minuti alle 20.45 della domenica di Pasqua.

Il 59enne stava percorrendo al volante della sua macchina via Bellico Calpurnio, una strada secondaria che incrocia via Anagnina, a due passi da Capannelle, quando ha intrattenuto un banale diverbio stradale con un altro automobilista.

L'aggressore, che ha minacciato la vittima sostenendo di essere un membro del clan Casamonica, scende dalla sua auto, suona al citofono di un palazzo lungo la strada, dove effettivamente abitano alcune esponenti dei Casamonica e allerta dei suoi amici. In un attimo scendono di casa altre persone che in branco accerchiano e picchiano con violenza il 59enne.

Un'aggressione brutale, feroce. Viene allertato il 112. Sul posto intervengono immediatamente le volanti e gli agenti del commissariato Romanina. Gli aggressori si sono già scappati. In terra c'è solo la vittima, che viene caricata su un'ambulanza e trasferita in ospedale.

L'uomo ha ematomi e ferite su tutto il corpo, dovrà essere ascoltato nuovamente dagli investigatori. Subito dopo l'aggressione era così sconvolto che non è riuscito fornire particolari utili. Le indagini proseguono per capire se i picchiatori siano effettivamente esponenti del clan mafioso radicato nel quadrante della Romanina.

Alcuni di loro erano già oggetto di indagine da parte degli agenti dalla squadra Mobile per altre ipotesi di reato. L'inchiesta è appena iniziata. Al momento il movente del pestaggio sembra riconducibile a una banale lite stradale per un sorpasso azzardato. Sembra che vittima e aggressori non si conoscessero.

da repubblica.it


Un’altra terribile violenza stradale per motivi di viabilità. Nel 2021 l’Osservatorio ASAPS ha registrato 160 episodi di aggressioni gravi sulla strada a seguito di litigi fra automobilisti nelle quali 4 persone sono morte e 184 hanno riportato lesioni, di cui 51 molto gravi.
In 28 casi sono state usate armi proprie e in 25 armi improprie.

Martedì, 19 Aprile 2022
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK