Domenica 23 Gennaio 2022
area riservata
ASAPS.it su

di Stefano Guarnieri*
La necessità di cambiare il linguaggio delle tragedie sulle strade

“Furgone investe madre e figlio di 4 anni: il bimbo è grave” è il titolo di un giornale che mi manda Marco, padre di Tommy, ragazzo di 15 anni ucciso mentre si stava allenando sulla sua bici da un uomo che guidava un furgone e lo ha investito dopo un sorpasso di tre auto con linea continua. E continua scrivendomi “proprio non ce la fanno i giornalisti: chi uccide è una cosa, chi lo subisce è un umano!”...

>Leggi l'articolo

da il Centauro n. 243


Anche il linguaggio ha la sua importanza per la sicurezza stradale. Ce lo spiega nel suo articolo Stefano Guarnieri, vice presidente ALG. Da il Centauro n.243. ASAPS

 

Martedì, 28 Dicembre 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK