Giovedì 21 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Incidente a Sesto, 13enne cade dal monopattino sulla ciclabile e batte la testa: morto

L'incidente alle 16.15 poco dopo la stazione di Sesto. Il ragazzo è morto in ospedale
Il monopattino usato dal ragazzo

Il monopattino che sbanda, lui che riesce a percorrere ancora qualche metro. E poi la caduta violentissima, purtroppo fatale. Tragico incidente stradale lunedì pomeriggio a Sesto San Giovanni, costato la vita a un ragazzino di 13 anni. Alle 16.15, stando alle prime informazioni finora apprese, il giovane - Fabio M. - è caduto da un monopattino elettrico di grosse dimensioni mentre percorreva la pista ciclabile di viale Gramsci, lo stradone che scorre davanti alla stazione di Primo maggio Fs. 

Lo schianto, che non avrebbe coinvolto altri veicoli, è avvenuto all'altezza dell'ingresso del parco Gramsci, dove la pista si snoda tra il marciapiede, a destra, e un cordolo spartitraffico, a sinistra. A dare l'allarme è stata un'infermiera che si è trovata, per caso, ad assistere all'incidente e ha attirato l'attenzione di una pattuglia di passaggio.

>FOTO

Soccorso dagli equipaggi di un'ambulanza e un'auto medica, il giovane - classe 2008 - è stato trasportato in condizioni disperate al Niguarda di Milano. Il ragazzo, secondo quanto riferito dai soccorritori, era in coma e il quadro clinico era delicatissimo. Quando i sanitari sono arrivati era in arresto cardiocircolatorio: era stato intubato sul posto e trasferito in ospedale con le manovre di rianimazione in corso nel disperato tentativo di salvargli la vita. Lì purtroppo i medici, però, non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Per i rilievi del caso sono intervenuti gli agenti della polizia locale di Sesto, cui spetterà adesso il compito di ricostruire con precisione dinamica e cause del drammatico incidente. Resta da chiarire, soprattutto, perché il giovane abbia perso il controllo del monopattino sbandando per qualche metro prima di finire a terra e battere la testa sull'asfalto, dove è rimasta una vistosissima chiazza di sangue, oltre che i segni dei gessi usati dai vigili. Sembra, stando a quanto finora verificato, che il 13enne non indossasse il caschetto e che il monopattino fosse di proprietà di un suo amico incontrato poco lontano a cui avrebbe chiesto di provare il mezzo. Pochi attimi dopo, la tragedia. Saranno gli agenti ad accertare se il 13enne potesse guidare il mezzo e se ci siano eventuali ipotesi di reato.

da milanotoday.it


“Sembra che il 13enne non indossasse il caschetto e che il monopattino fosse di proprietà di un suo amico incontrato poco lontano a cui avrebbe chiesto di provare il mezzo.” Secondo l’Osservatorio ASAPS il ragazzino è la 21esima piccola vittima della strada nel 2021. Sono già 13 i bambini morti in incidenti stradali in questa estate.
 

Martedì, 31 Agosto 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK