Martedì 28 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su

Scontro all’incrocio, due morti nel canale

Tragedia in via Imperiale, l’incidente nella tarda serata di mercoledi: gli occupanti dell’auto andavano al lavoro. Inutile il tentativo di salvarli da parte dei colleghi

POGGIO RENATICO. Uno schianto devastante fra due veicoli in corrispondenza di un incrocio storicamente bersagliato da tanti incidenti, ha scagliato nella serata di mercoledì (21 aprile) un’auto nel canale che corre a fianco di via Imperiale, all’altezza del crocevia tra via Uccellino. Bilancio pesantissimo: due morti e un ferito.

L’impatto è avvenuto sulla strada che collega la zona sud della città a Poggio Renatico, all’intersezione con via Padusa, l’arteria che porta verso Coronella. Lo scontro ha spinto una delle due auto, una Citroen C3, verso la strada che si allunga sul fronte opposto, via Imperiale, e il veicolo su cui viaggiavano le due vittime si è immerso nell’acqua rovesciandosi.

Nell’abitacolo distrutto dal colpo e affondato nel canale hanno trovato la morte Mohamed Morali, 46 anni, e Abdelhadi Mokoussi, 52 anni, originari del Marocco. Si stavano dirigendo verso il luogo di lavoro, nella zona di Interporto, a Bologna, area in cui si concentrano molti servizi logistici, e stavano viaggiando in direzione di Poggio Renatico. L’altra vettura, sbucata da via Padusa, condotta da un cittadino cinese, li ha fatti fuoriuscire dalla parte opposta della strada e il canale non ha lasciato loro scampo. Per la ricostruzione della dinamica ieri sera erano in corso i rilievi dei carabinieri. L’incidente è avvenuto verso le 21.30.

Sul posto è stata subito inviata un’ambulanza, ma il servizio è stato rinforzato poco dopo con l’invio - sempre da parte del 118 - di un’auto con il medico a bordo. Purtroppo lo scenario che i sanitari si sono trovati di fronte non ha consentito di salvare i due occupanti della Citroen. L’impatto del veicolo è stato violentissimo e per gli occupanti dell’auto non c’è stato nulla da fare.

Una delle due vittime è stata estratta dall’abitacolo immerso nell’acqua da alcuni colleghi che seguivano la vettura. Ma l’intervento di soccorso, pur immediato, non ha potuto evitare l’epilogo peggiore. L’altro occupante è rimasto imprigionato nelle lamiere all’interno dell’auto ribaltata sul fondale ed è stato estratto dai vigili del fuoco di Ferrara. Sul posto, per i rilievi, erano presenti i carabinieri di Poggio Renatico.

da lanuovaferrara.gelocal.it


Nel 2020, anno caratterizzato da una riduzione della mobilità causa lockdown, l’Osservatorio ASAPS caduti in acqua ha registrato 28 episodi che hanno causato 30 vittime. Purtroppo in due incidenti si sono contate due vittime.
In 17 incidenti per fuoriuscita dalla sede stradale il veicolo è finito in un canale, in 8 incidenti il veicolo è finito in un fiume, in 2 in un lago e 1 veicolo è caduto in mare.

Giovedì, 22 Aprile 2021
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK