Martedì 26 Gennaio 2021
area riservata
ASAPS.it su
Posta , Articoli 21/12/2020

EMERGENZA ALCOL
La lucidissima riflessione di Maria Assunta Partesotti

L’emergenza alcol è una sciagura annunciata, conosciuta nell’entità dei danni, noti i dati statistici, drammatica la mortalità, devastanti le conseguenze sociali, umane, altissimi i costi economici , incontenibile la deriva sanitaria, risorse bruciate, morti raccolti per strada, bersagli intercettati da schegge ebbre quand’anche non proiettili avvelenati, suicidi involontari. Omicidi orripilanti dove il grilletto è premuto all’origine dal risucchio vorticoso, irresistibilmente attraente delle bevute offerte e obbligate senza un limite, un tempo, un luogo un modo ne’ un controllo o un rimedio; dove ci si gioca preziose risorse come in una scommessa. Lo stato sa tutto. Ha dati precisi e proiezioni attendibili come per la curva del Covid e ha strumenti d’intervento radicali, si decidesse. Come per il covid. Povere vittime incolpevoli o anche carnefici improvvisati o recidivi impuniti tutti accomunati dallo stesso comportamento di guida sconsiderata col veleno in corpo. vittime ammazzate o carnefici massacrati tutti piegati e assoggettati all’ appeal del rischio. inesorabile routine, bollettino senza sosta con lo stesso denominatore: alcol!!!
Risultanze terribili, effetti attivi o passivi per colpa o per coincidenza nefasta che restituisce un campione trasversale di vite tritate nel mulinello. Troppe teste rotolano sotto questa ghigliottina .
CHI E’ IL BOIA?
 
Maria Assunta Partesotti
Assistente Scelto Polizia Locale
Formigine (MO)
e madre di Giacomo che ha perso la vita sulla strada


Dopo i gravi incidenti dei giorni scorsi nei quali si è ancora stagliata l’ombra lunga dell’alcol, pubblichiamo la dura ma lucidissima analisi di Maria Assunta Partesotti operatrice della Polizia Locale di Formigine (MO) e madre di Giacomo che ha perso la vita in un tragico incidente sulla strada. (ASAPS)

Lunedì, 21 Dicembre 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK