Mercoledì 01 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su

di Ugo Terracciano*
Infortunistica stradale e statistiche, rilevare i dati in tempo reale si può con sistemi già in uso

Foto Blaco - Archivio ASAPS

Diceva il noto scrittore Mark Twain che esistono tre tipi di bugie: le bugie grandi, le piccole bugie e le “statistiche”.
Cosa possiamo dire? In Italia, almeno nel campo della sicurezza stradale, ce la stiamo mettendo tutta per dargli ragione. Sì, perché i numeri in questo campo si rincorrono, si incrociano e qualche volta sorprendentemente si smentiscono tra di loro. Così il fenomeno infortunistico – cioè la spaventosa somma del numero di morti e feriti sulle nostre strade – resta spesso avvolto da un alone di approssimazione tale da oscurare l’essenza stessa delle scienze statistiche le quali, per essere tali, si presumerebbero esatte...

>Leggi l'articolo

da il Centauro  n. 227

 

Lunedì, 23 Marzo 2020
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK