Martedì 25 Giugno 2019
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 07/08/2018

Poi arriva Bologna, come Kabul

Foto da automoto.it

 
Spesso quando parliamo di incidenti stradali anche sul nostro portale o sulla nostra pagina FB notiamo qualche segno di noia, se parliamo di velocità siamo subito impallinati, (volete fare cassa!!) se parliamo di distanze di sicurezza: ma dai io freno sempre in tempo, se parliamo di distrazione alla guida e di telefonini: uffa...  per una telefonata o per uno sguardo a Whatsapp che solfa che fate voi dell’ASAPS, se parliamo di alcol alla guida: basta un mon cheri e ci fate ritirare la patente...
Poi arriva la giornata di ieri 6 agosto (che data strana... ) a Bologna che trasforma il capoluogo emiliano in una sorta di succursale di Kabul con esplosioni, fiamme, morti, feriti, crateri e si scopre così  che gli incidenti stradali fanno paura veramente tanta tanta paura, perché quelle bombe su ruote possono esplodere anche quando là sulla strada ci siamo anche noi o qualcuno dei nostri cari.
E allora... allora tutto torna al suo posto, anche gli incidenti stradali salgono nelle cronache, riattivano l’attenzione della politica e i refrattari ai controlli e alle regole tacciono, nessun mugugno.
Ma state tranquilli tutta questa comprensione e condivisione durerà poco, appena qualche giorno. Poi tutto torna  come prima, fino alla prossima esplosione in un altra Kabul nostrana.
 
Giordano Biserni
ASAPS
 

Martedì, 07 Agosto 2018
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK