Lunedì 27 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Incidenti Bambini , Notizie brevi ,... 18/08/2016

L'incidente stradale di Montallegro, il bambino è deceduto
Il piccolo, stando a quanto è stato accertato ed ufficialmente ricostruito dai carabinieri, stava guidando un ciclomotore Piaggio Sì. Alla guida dell'autovettura c'era, invece, un quarantanovenne meccanico residente a Realmonte


E' deceduto il bambino di otto anni, Samuele Miceli, rimasto gravemente ferito in seguito all'incidente stradale verificatosi sulla strada vecchia al confine fra Siculiana e Montallegro, in territorio di Siculiana. Il piccolo - nove anni il prossimo settembre - era stato subito soccorso e con un elicottero del 118 era stato portato all'ospedale "San Giovanni di Dio" di Agrigento dove i medici non hanno potuto far nulla per salvargli la vita.

Ad ucciderlo sono state le ferite riportate nell'impatto, verificatosi in contrada Omomorto, con la Volkswagen Passat. Il piccolo - stando a quanto è stato accertato ed ufficialmente ricostruito dai carabinieri - stava guidando un ciclomotore Piaggio Sì. Alla guida dell'autovettura c'era, invece, un quarantanovenne meccanico residente a Realmonte.

I carabinieri della stazione di Siculiana e quelli del nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Agrigento sono al lavoro per ricostruire la dinamica del tragico impatto.

L'amministrazione comunale di Siculiana ha sospeso le manifestazioni estive previste per la serata e quelle in programma per i prossimi giorni.


fonte: agrigentonotizie.it
 



Sono 13 i bambini morti sulle strade da inizio luglio!
Dopo gli 8 bambini che hanno perso la vita sulle strade in un terribile  luglio, questa è la quinta   piccola vittima in agosto. L’Osservatorio incidenti ai bambini dell’ASAPS ha già registrato il decesso di 37 bambini da 0 a 13 anni da inizio anno +48% rispetto al 2015  quando al 17 agosto le piccole vittime erano state 25.  (ASAPS)

 

 

 

Giovedì, 18 Agosto 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK