Lunedì 24 Gennaio 2022
area riservata
ASAPS.it su

È una guerra non convenzionale che con i metodi convenzionali non vinceremo mai!
Un uomo solo (sembra) al volante mette in ginocchio la Francia nel giorno della sua Festa Nazionale!
"Strage Nizza, Hollande: "Tragedia mostruosa, ma siamo più forti del terrore" no signor Presidente non è vero! Capiamo e comprendiamo che lei lo debba dire, è doveroso, ma è altrettanto doveroso che i suoi concittadini a questo punto non le credano, così come non le possiamo credere noi!

(ASAPS) Il nemico lo abbiamo in casa, è fra noi. Questa non è una guerra convenzionale, non è una guerra "normale". Questa guerra con i metodi convenzionali non la vinceremo mai! Mai!!
Loro, i terroristi, hanno il vantaggio della sorpresa, utilizzano ormai metodi e strategie da terrorismo orientale, hanno poi la vocazione al martirio.
Ieri guardando la rocambolesca tappa del tour pensavo: ma questi se vogliono con un assalto in due o tre alla carovana dei ciclisti, al seguito e al pubblico fanno un massacro, quando vogliono e come vogliono anche nella giornata della Festa nazionale francese. Quello che di fatto è successo anche se a Cannes. Un massacro,  un Bataclan della costa Azzurra.

 

 

Ma se un uomo (sembra) solo al volante di un tir con un fucile e altre armi  riduce una città e una nazione in un campo di battaglia modello “sbarco in Normandia” ma massacrando donne e bambini, come possiamo difenderci con i metodi della democrazia e delle regole? Domani dove colpiranno con un altro camion e un altro conducente kamikaze ??
Certo signor Presidente lei deve dire quelle parole, è suo dovere, ma noi non le crediamo, è nostro diritto!!
È ora difendiamoci veramente. Stavolta sono a 40 km dall'Italia, direzione Roma?!

Giordano Biserni
ASAPS

 

 


 


 


 

La loro forza il terrore, la sorpresa, l’organizzazione, la vocazione al suicidio. La nostra debolezza i metodi convenzionali, la disorganizzazione fra stati, il fatalismo, la paura. Ma quel camion come è potuto arrivare indisturbato fino lì sulla promenade Des Anglais nel giorno della Festa Nazionale? Va bene pare che si sia mosso subito dopo la fine del divieto dei giorni festivi, ma arrivare fin lì!! Certo quell’uomo non era solo! Ancora una domanda perché quasi sempre la Francia?  (ASAPS)

Venerdì, 15 Luglio 2016
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK