Giovedì 09 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su

Forlì
Momenti di panico in A14: anziana imbocca contromano l'autostrada, la Polizia evita incidenti

La Panda fermata dalla Polizia Autostradale

Momenti di panico nella tarda serata di sabato lungo l'autostrada A14 Bologna-Taranto, tra i caselli di Faenza e Forlì. Un'81enne imolese, al volante di una "Fiat Panda", accompagnata dalla figlia disabile, ha imboccato contromano l'autostrada al casello di Faenza in direzione della città mercuriale anzichè verso nel regolare senso di marcia. Immediatamente si sono attivate due pattuglie della sottosezione Polizia Stradale di Forlì: con un servizio di "safety car" è stato creato un rallentamento del traffico, evitando agli ignari automobilisti diretti verso nord di schiantarsi frontalmente contro l'auto.

Una pattuglia ha bloccato il traffico subito dopo il casello di Forli, posizionandosi di traverso a protezione dei veicoli, mentre l'altra ha raggiunto la "Fiat Panda" sulla terza corsia. La conducente non si è fermata, schivando la pattuglia che invertiva la marcia bloccandola prima dei veicoli fermi. Le due donne sono state accompagnate alla sottosezione di Pieveacquedotto ed affidate al figlio della conducente, arrivato da Imola. Per l'anziana si è proceduto alla revoca della patente ed al fermo del veicolo per tre mesi.

da forlitoday.it


L’INTERVENTO EFFICACISSIMO DELLA STRADALE BLOCCA IN TEMPO UN PROBABILE E TRAGICO SCHIANTO.
Con un servizio di "safety car" la Polizia Stradale ha creato un rallentamento del traffico, evitando agli ignari automobilisti diretti verso nord di schiantarsi frontalmente contro l'auto. Una pattuglia ha bloccato il traffico subito dopo il casello di Forli, posizionandosi di traverso a protezione dei veicoli, mentre l'altra ha raggiunto la "Fiat Panda" sulla terza corsia. La conducente non si è fermata, schivando la pattuglia che invertiva la marcia bloccandola prima dei veicoli fermi. Bravi! (ASAPS)


 

Lunedì, 19 Ottobre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK