Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 28/09/2015

I DUBBI SU QUEI GAS...
UNO DICE: HO UNA VOLKSWAGEN DIESEL ANTE EURO 6? TI RISPONDONO TRANQUILLO NON SUCCEDE NIENTE!
VERO. PERO’ LEGGENDO L’ART.77 COMMA 1 DEL CDS QUALCHE PICCOLA PERPLESSITA’ TI VIENE... E QUI NASCE LA STORIA...

 

Ma no dai, stai tranquillo, figurati e cosa può accadere dopo il Dieselgate delle “auto del popolo” tedesche!? Niente assolutamente niente! Ma dai! Sono tante, tantissime anche quelle comprate dal popolo automobilistico italiano... Poi se la mia Volkswagen scarica più gas del valore che c’è scritto sulla carta di circolazione e dei parametri Euro 5, mica è colpa mia! Mica sono stato io, automobilista italiano (una volta tanto) a fare il furbo! Stavolta sono stati loro i concittadini di Angela a furbeggiare!
Ma cosa può accadere sul serio? Non è che quando vado a fare la revisione e me la mettono sui rulli con un po’ di sgasate se ne accorgono e mi bocciano, bloccandomi il veicolo ? Ma no dai! Cosa dici!!

Ragioniamo, se la mia macchina fa la prova sui rulli i casi sono due: o è veramente regolare o appare regolare perché ha il trucco... quindi...
E se la polizia mi fa una verifica su strada?? Ma che cavolo dici? Una verifica su strada? Ma non è mica come ai tempi tuoi che a volte le pattuglie uscivano anche con l’Opacimetro e andavano a misurare i gas di scarico di certi diesel che rilasciavano nuvole che neanche a Cernobyl (acceleri prima tre volte a vuoto... ora la prova vera...) e poi si faceva l’inalazione di un fumo denso come quello delle locomotive dei treni del Far West! No oggi se chiedi ai giovani agenti cos’è un Opacimetro ti guardano smarriti come a dire, ma questo sta bene??

Insomma chi può mettere in discussione la tua berlina tedesca, magari comprata con la liquidazione a fine carriera?? Nessuno! Però... però - mi permetto di osservare - leggendo il primo comma dell’articolo 77 del CdS qualche dubbio mi assale quando trovo scritto: “Il Ministero dei trasporti ha facoltà di procedere, in qualsiasi momento, all'accertamento della conformità al tipo omologato dei veicoli a motore, dei rimorchi e dei dispositivi per i quali sia stata rilasciata la relativa dichiarazione di conformità. Ha facoltà, inoltre, di sospendere l'efficacia della omologazione dei veicoli e dei dispositivi o di revocare l'omologazione stessa qualora dai suddetti accertamenti di controllo risulti il mancato rispetto della conformità al tipo omologato. “
Ha facoltà di “sospendere” l’efficacia della omologazione dei veicoli??? O di “revocare” l’omologazione stessa qualora dai suddetti accertamenti di controllo risulti il mancato rispetto della conformità al tipo omologato??? Ma allora...
Speriamo ci salvi la parola “facoltà” altrimenti i fumi salgono a noi caro mister Martin Winterkorn!! Per altro le ricordo che con la sola sua liquidazione potremmo sistemare molti scarichi!! Magari anche quello della mia Volkswagen!
Ma dai, ammesso che venga esercitata la cosiddetta “facoltà” le auto tedesche in terra italica sono tantissime, vuoi che vengano a vedere proprio la tua...? Tranquillo!

Ora però amici tedeschi non vogliamo più sentirvi parlare dei nostri musei chiusi, della nostra capitale un po’ sporchina, dei nostri mari a volte un po’ inquinati... Per un po’ non pronunciate più le parole sporco e inquinato, se non per questa vostra brutta storia! Noi vi vogliamo bene lo stesso, perché se calano le vendite della Volkswagen (o salta per aria il marchio) molte delle nostre aziende produttrici di brugole e viti varie, di cruscotti , sedili e freni a disco entreranno in crisi e saranno tanti gli operai che perderanno il posto. Con la crisi poi molti tedeschi non torneranno a Rimini e a visitare i nostri magnifici musei e la nostra arte (che è la nostra vera Volkswagen e non inquina...).

Insomma mettetevi una mano al cuore e una al portafoglio e metteteci una pezza... e lasciate in pace la mia “vettura del popolo” (ma la prossima volta farò un pensierino a quelle che produce Marchionne...).

Giordano Biserni
ASAPS

Lunedì, 28 Settembre 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK