Lunedì 14 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

GLI INCIDENTI DEGLI STRANIERI IN ITALIA: UN MONITORAGGIO DELL’OSSERVATORIO DELL’ASAPS FORNISCE UNA PRIMA LETTURA DEL FENOMENO. MONITORATI 392 INCIDENTI MORTALI CON 458 VITTIME  DI CUI 338 GLI STESSI STRANIERI. FRA QUESTI 79 PEDONI E 45 CICLISTI

Foto di repertorio dalla rete

L’Osservatorio il Centauro – ASAPS nel corso dell’anno 2014 ha raccolto e archiviato i dati di 392 incidenti mortali nei quali almeno uno dei conducenti o comunque dei protagonisti (nel caso dei pedoni) era uno straniero.
Nei 392 incidenti monitorati hanno perso la vita 458 persone di cui 338 fra gli stessi stranieri mentre 120 vittime erano italiane.
Primo elemento di valutazione. L’Osservatorio dell’ASAPS non ha certo la pretesa di avere intercettato tutti gli incidenti mortali con coinvolti stranieri avvenuti in Italia nell’anno 2014. Ma i soli 392 incidenti osservati con 458 vittime ci dicono che il dato complessivo dei decessi, se rapportato alle 3.385 vittime negli incidenti stradali del 2013 (i dati Istat dell’anno 2014, si conosceranno solo verso la fine dell’anno in corso)  rappresenta il 13,5% dei decessi totali della strada, una percentuale ben più alta rispetto alla percentuale dei cittadini stranieri regolari presenti sul territorio nazionale che ammonta a circa l’8%, con 5 milioni e trecentomila stranieri regolari

(http://www.stranieriinitalia.it/attualita-5_3_milioni_di_immigrati_regolari_in_italia_aumentano_nonostante_la_crisi_19305.html)

E il numero complessivo degli incidenti mortali con stranieri deve considerarsi ancora superiore.
Gli stranieri comunitari sono stati coinvolti in 159 dei 392 incidenti monitorati pari al 40,3%. La gran maggioranza degli incidenti dei cittadini dell’UE vede coinvolti cittadini romeni coinvolti in 91 incidenti mortali pari al 57,2% dei sinistri con  comunitari e al 23,2% del totale.
Gli extracomunitari dell’est europeo sono stati coinvolti in 80 incidenti mortali 20,4%, gli extracomunitari africani sono stati protagonisti in 65 sinistri fatali (16,6%), gli extracomunitari asiatici sono stati protagonisti in 41 sinistri mortali (10,5%), dall’America Latina 22 (5,6%), America del Nord 5 (1,3%) ecc.
Si deve evidenziare che gli stranieri probabilmente hanno minore confidenza con il sistema stradale e autostradale italiano, le vetture condotte hanno certamente una anzianità elevata e una minore qualità anche protettiva. Tante le vittime anche fra i pedoni e i ciclisti. Fra le 458 vittime infatti  si contano 79 pedoni di cui 65 proprio fra i cittadini stranieri e 45 fra i ciclisti di cui 42 fra gli stessi stranieri a conferma di una maggiore esposizione al rischio e probabilmente alla sottovalutazione della necessità di rendersi comunque ben visibili.
Secondo l’ASAPS sono essenziali delle campagne informative e formative per consentire ai cittadini stranieri di prendere coscienza dei gravissimi e spesso fatali rischi della strada. Ovviamente sono essenziali i controlli delle forze di polizia sulla strada.

 

Giordano  Biserni
Presidente ASAPS
 


Un parziale spaccato della sinistrosità che ha riguardato gli stranieri nel nostro Paese nel 2014. (ASAPS)

Venerdì, 10 Luglio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK