Lunedì 18 Ottobre 2021
area riservata
ASAPS.it su

LA CIRCOLAZIONE DEI CICLOMOTORI
Una breve disamina operativa, tra documenti e contrassegni identificativi, di ieri e di oggi, necessari alla circolazione dei ciclomotori

di Giovanni Fontana*
Foto Coraggio© - Archivio Asaps

DISCIPLINA
Come stabilito dal primo comma dell'art. 97 del Nuovo Codice della Strada, i ciclomotori, per circolare, debbono essere muniti di:
a) un certificato di circolazione, contenente i dati di identificazione e costruttivi del veicolo, nonché quelli della targa e dell'intestatario (ovvero chi dichiara di esserne il proprietario)(1), rilasciato dal DTT, ovvero da uno dei soggetti di cui alla legge 8 agosto 1991, n. 264, con le modalità stabilite con decreto dirigenziale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, 15 maggio 2006, a seguito di aggiornamento dell'Archivio nazionale dei veicoli di cui agli articoli 225 e 226;
b) una targa, che identifica l'intestatario del certificato di circolazione, che è strettamente legata al titolare e che, a sua volta, la applica solo al veicolo identificato nel certificato di circolazione di cui risulta essere intestatario(2) (art. 248 ss. Reg. C.d.S.)....


>LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 181

 

Martedì, 10 Febbraio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK