Lunedì 24 Giugno 2024
area riservata
ASAPS.it su
Il Centauro , Articoli 06/02/2015

IL SENSO DELLE STATISTICHE PER LA SICUREZZA STRADALE
I^ parte

di Maurizio Coppo*
Foto Blaco - archivio Asaps

UN PROBLEMA SOTTOVALUTATO E IN ATTESA DI SOLUZIONE
I dati dell’indagine Istat sugli incidenti stradali del 2013 (181.227 incidenti; -3,7% rispetto al dato del 2012; 3.385 morti; -9,8% sull’anno precedente; 257.421 feriti; -3,5% sull’anno precedente) sono stati presentati con una evidente soddisfazione sia per i profili di metodo (dati completi, esaurienti, sempre più accessibili, etc.), sia per quelli di merito (l’Italia dal 2001 ha più che dimezzato il numero di incidenti e di vittime, con un’evoluzione analoga a quella media dell’Unione europea).
Si può nutrire perplessità sia sul primo che sul secondo punto e credo che alcune questioni irrisolte delle nostre statistiche sugli incidenti stradali abbiano un pesante impatto sull’attività delle forze di polizia impegnate nella sicurezza stradale (e anche su quella degli uffici tecnici che devono gestire la sicurezza delle strade e dei trasporti). Ma procediamo con ordine...


>Leggi l'articolo



da il centauro n. 181 

Venerdì, 06 Febbraio 2015
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK