Giovedì 09 Aprile 2020
area riservata
ASAPS.it su
2014 Primo Semestre , I contromano ,... 26/08/2014

Osservatorio ASAPS sui contromano nel primo semestre 2014
Registrati 170 episodi (+7%) che hanno causato 17 vittime (+143%) e 128 feriti (+56%).
Il 26% dei conducenti erano stranieri, il 24% in fuga dall’alt della polizia, il 20% ubriachi al volante, il 10,6% anziani

 

(ASAPS) Nel primo semestre del 2014 l'apposito Osservatorio sui contromano dell'ASAPS ha archiviato 170 episodi significativi.
124 sono avvenuti di giorno (73%) e 46 di notte 27%. Il report ha registrati 78 episodi sulle autostrade e superstrade (46%) e 92 sulle strade ordinarie (54%).
I contromano sono in crescita rispetto al primo semestre del 2013, quando furono 159 (+ 7%), netto incremento delle vittime mortali. Nel primo semestre 2014 sono state 17,  cioè 10 in più (+ 143%) rispetto ai 7 morti del primo semestre 2013. I feriti sono stati complessivamente 128, con un incremento di 46 rispetto agli 82 ingressi al pronto soccorso dei primi sei mesi dello scorso anno (+56%).

 

Ma quali sono le caratteristiche identificabili dei conducenti che hanno posto in essere queste pericolosissime e a volte fatali manovre?
Se dovessimo fare una graduatoria degli elementi identificativi dei contromano al primo posto troviamo i conducenti stranieri coinvolti in 45 episodi pari al 26,5% del totale, seguono le cosiddette Operazioni di PG, intendendo con questa voce gli episodi di fuga dall'alt delle forze di polizia, certificate in 43 casi pari al 24,7%, seguono nel report i contromano determinati da conducenti in stato di ebbrezza in 34 eventi (20%) di cui 5 casi sotto l'effetto di stupefacenti. Seguono poi 18 episodi con anziani alla guida 10,6%. Sono stati 5 gli episodi "fantasma" quelli  per i quali è iniziata l'intercettazione ma il veicolo non è stato bloccato perché è riuscito a dileguarsi rientrando nella circolazione normale.
Fra i conducenti identificati mentre viaggiavano contromano 144 erano uomini 84,7% e 26 le donne 15,3%.
In 49 casi  (28,8%) c’è stato l’intervento salvifico delle forze di polizia che sono riuscite a bloccare il veicolo, evitando le gravi conseguenze.

 

L'ASAPS insiste nella sua proposta. Per sventare questo vero e proprio incubo per i conducenti che percorrono regolarmente la loro carreggiata, oltre ad una segnaletica verticale e orizzontale adeguata servirebbe anche un sistema di allarme acustico e visivo, attivato da apposite fotocellule, che entri in funzione quando il veicolo percorre il primo tratto contromano di una corsia di immissione da un casello o da una area di servizio.
 

Forlì, lì 26 agosto 2014
 

Giordano Biserni
Presidente ASAPS
 



Il chi, il dove e il come dei contromano nel primo semestre. In netta crescita gli episodi gravi (ASAPS)

 

 

 

 

 


 

Martedì, 26 Agosto 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK