Martedì 16 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su

LA DISCIPLINA NORMATIVA DEL COLTELLO

di Roberto Russo*
Foto da controradio.com

Definizioni di coltello e pugnale:
Il coltello è un utensile formato da una lama con un tagliente la cui punta può essere acuminata e da un manico. La legge lo considera uno strumento atto ad offendere (arma impropria), con ciò intendendo che la sua naturale destinazione non è l’offesa quanto il taglio di materiali vari, ma può essere utilizzato a tale scopo (un po’ come un martello, una roncola, un’accetta).

 

Il pugnale, secondo la definizione del dizionario Zingarelli, è una “arma bianca con lama corta a due tagli e punta acuta”, distinguendosi quindi dal coltello per il doppio tagliente e per la punta necessariamente acuminata. La naturale destinazione del pugnale è il combattimento, quindi l’offesa, le sue caratteristiche servono infatti a facilitare la penetrazione e i fendenti.

 

> LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 175

 

 

 

Martedì, 15 Luglio 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK