Venerdì 18 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

QUARTA ETÀ E GUIDA

di Enrico Finzi*

 

 

Il tema è tornato d’attualità dopo alcuni recenti fatti di cronaca: cosa fare con coloro che hanno compiuto gli 80 anni? Per quel che riguarda la patente di guida, esistono già ora delle procedure specifiche per gli anziani, che obbligano a visite di controllo più frequenti rispetto a quelle previste per gli adulti, ma è opinione diffusa che esse non siano sufficienti. La questione, dal punto di vista del sociologo, è delicata: vediamo di approfondirla brevemente.

 

Alla base di tutto c’è, ovviamente, l’invecchiamento della popolazione. Ricordiamo il dato-chiave: al censimento della popolazione del 1901 la vita media era di circa 43 anni mentre oggi è vicina agli 80. Ciò è assolutamente positivo poiché deriva da un insieme di ‘rivoluzioni’ che hanno cambiato in meglio la nostra società: la prevenzione e l’accresciuta difesa della salute, il diffondersi dell’igiene, il miglioramento delle abitazioni e delle condizioni di lavoro, la crescita del benessere, la stessa modernizzazione culturale dei nostri connazionali.

 

>LEGGI L'ARTICOLO

 

da il Centauro n. 175

 

 

 

 

 

 


 

Martedì, 10 Giugno 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK