Giovedì 17 Ottobre 2019
area riservata
ASAPS.it su

Report incidenti gravi plurimortali
Primo trimestre 2014 in crescita: 33 incidenti con 76 vittime, furono 28 con 64 vittime nel 2013
L’incremento soprattutto al sud

Il tragico incidente di Quartesana in cui hanno perso la vita madre e figlia di 6 anni

(ASAPS) L’ASAPS fra i suoi vari osservatori da un paio d’anni ha attivato anche quello degli incidenti gravissimi, con almeno due vittime. Nel primo trimestre del 2013 sono stati archiviati 28 incidenti gravissimi che hanno causato 64 vittime. 22 gli incidenti con 2 vittime, 5 con 3 vittime, 1 con 4 vittime.
4 gli episodi di estrema gravità sulle autostrade, 19 su statali e provinciali  e 5 nelle aree urbane.
Dei 28 impatti 9 sono avvenuti per sbandamento del singolo veicolo.
13 incidenti erano avvenuti al nord, 5 al centro e 10 al sud. 4 le vittime fra i bambini.

 

Nel primo trimestre del 2014 situazione molto peggiorata, gli incidenti gravissimi con due o più vittime sono stati 33 (+18%) con 76 morti (+19%). Sono stati 27  gli scontri con 2 vittime, 2 con 3 vittime e 4 con 4 vittime. Due i bambini che hanno perso la vita in questi scontri di estrema gravità.
Nel 2014 sono raddoppiati gli impatti plurimortali sulle autostrade, 8 complessivamente, mentre 17 sono avvenuti su statali e provinciali, 8 negli abitati.
Sui 33 incidenti plurimortali nel primo trimestre 2014 sono state 10 quelli avvenuti per sbandamento del singolo veicolo.
Nel primo trimestre del 2014 sono stati 10 gli impatti plurimortali al nord, 8 al centro e ben 15 al sud con una crescita del 50%.
Sono state 4 le vittime fra gli stranieri sia nel 2013 che nel 2014.
 


Forlì, lì 30 aprile 2014

 


Giordano Biserni
Presidente ASAPS
 
 


 


Un report dell’ASAPS  che denuncia ancora l’estrema e devastante gravità di molti incidenti della strada!

 

 

 

 

 

 

Mercoledì, 30 Aprile 2014
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK