Martedì 30 Novembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 03/12/2013

LA PIETA' SULLA STRADA, UNA FOTO CHE VALE PIU' DI TANTI DISCORSI
La foto simbolo di un padre arrivato sul luogo dell'incidente dove ha perso la vita l'unico figlio schiantatosi con la moto contro un veicolo pesante
Il solidale tentativo di consolazione  dell'agente. Forlì 1982

Foto di Sante Montanari (il Resto del Carlino Forlì) archivio foto storiche ASAPS

(ASAPS) Questa foto,  così simbolica, così forte, così coinvolgente e drammatica è il fermo immagine della disperazione che può causare la strada. La foto appartiene all'archivio fotografico dell'ASAPS e fa parte delle foto esibite nella mostra fotografica "Altra strada non esiste" inaugurata a Roma il 21 novembre scorso presso la Scuola Superiore di Polizia alla presenza del Capo della Polizia.
Si tratta di un incidente dove perse la vita un ragazzo che a Forlì - siamo nel 1982 -  si schiantò con la moto che gli aveva regalato il padre da poco, contro il rimorchio di un trattore su una strada provinciale. Poco dopo arrivò sul posto il padre che di fronte alla scena straziante del figlio ricoperto da un lenzuolo bianco si accasciò, scivolò lentamente a terra vinto dalla disperazione e dal dolore.

 

La "Pietà" - Un agente, sul luogo dell'incidente, tenta di consolare un padre disperato
che ha perso l'unico suo figlio sulla strada.
Foto di Sante Montanari (il Resto del Carlino Forlì) archivio foto storiche  ASAPS

 

 

La foto, che parla da sola,  fu scattata da Sante Montanari allora fotografo de il Resto del Carlino di Forlì.
Il poliziotto che conforta quel povero padre è l'allora agente scelto Adolfo Ceccarelli in servizio presso la Polizia Stradale di Forlì, poi congedatosi col grado di Sovrintendente (consigliere e socio fondatore dell'ASAPS).
Non abbiamo mai voluto usare quella foto, per delicatezza, per rispetto, ma trascorsi più di 30 anni da quel tragico incidente e dopo che la foto è entrata a far parte della mostra e quindi è diventata pubblica, l'ASAPS ne vuole fare un simbolo della disperazione che può scaturire dalla strada. Vogliamo solo che sia un simbolo per tanti ragazzi che alla guida a volte assumono confidenze rischiose coi veicoli e a tanti adulti che ancora oggi spesso non sono un esempio nei comportamenti.
La foto, l'abbiamo detto, parla da sola. Ascoltiamola oltre che guardarla.
 


Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

 


 

 

Una foto dell'archivio fotografico ASAPS che fa parte della mostra "Altra strada non esiste", inaugurata presso la scuola superiore di Polizia di Roma il 21 novembre scorso. (ASAPS)

 

 

 

 

 

Martedì, 03 Dicembre 2013
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK