Sabato 20 Luglio 2019
area riservata
ASAPS.it su
Comunicati stampa 07/06/2012

PARTE DA REGGIO EMILIA LA COLONNA DI  AIUTI ASAPS PER LE POPOLAZIONI TERREMOTATE DELLA BASSA MODENESE
DUE CONTAINERS DONATI DALL’ASSOCIAZIONE
AL COMUNE DI CONCORDIA

Partirà da Reggio Emilia l’ennesima colonna di aiuti destinati alle popolazioni rimaste vittime delle innumerevoli scosse sismiche che hanno colpito la bassa modenese. Come già avvenuto in passato, sarà il gruppo di protezione sociale dell’Asaps – l’Associazione Sostenitori Amici della Polizia Stradale – a portare il proprio contributo dopo alcuni sopralluoghi compiuti di recente nelle zone dove si è abbattuta la sciagura.

A guidare la colonna sarà come di consueto il consigliere nazionale Roberto Rocchi, responsabile nazionale del settore di protezione civile dell’associazione, accompagnato dal collega Andrea Bartoli, responsabile operativo del gruppo (entrambi operatori della Polizia Stradale).

La colonna sarà formata da un fuoristrada dell’Asaps e da un autotreno che trasporterà due grossi container della lunghezza di sei metri ciascuno provvisti di illuminazione e di chiusura di sicurezza. I contenitori - acquistati interamente a spese dell’Asaps dall’azienda TMT di Cadelbosco Sopra, mentre il trasporto sarà curaro dalla Transcoop di Reggio Emilia - saranno adibiti a magazzini della protezione civile di Concordia sul Secchia, uno dei comuni maggiormente colpiti dal sisma ma che non ha avuto la stessa attenzione che si è registrata nelle vicine località.

Si è poi aggiunto anche un autocarro della Croce Verde di Villaminozzo, all’interno del quale verranno trasportati alimentari e generi di prima necessità che il comune modenese ha richiesto e che saranno utilizzati per le centinaia di famiglie rimaste senza casa.

Ad accogliere la colonna di aiuti dell’Asaps ci sarà il sindaco Luca Marchini ed il comandante del distretto di polizia municipale Daniele Guerra, mentre al termine della consegna i responsabili dell’Asaps effettueranno un ulteriore sopralluogo per verificare eventuali e ulteriori esigenze e proseguire nella catena di aiuti.


Forlì, 7 giugno 2012


Giordano Biserni
Presidente ASAPS

 

Giovedì, 07 Giugno 2012
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK