Lunedì 20 Maggio 2024
area riservata
ASAPS.it su
Morti Verdi 07/10/2010

Morti verdi - Settembre tragico per gli incidenti con trattori agricoli
40 incidenti con 23 morti e 28 feriti

Nello stesso mese del 2009 gli incidenti erano stati 19 con 12 morti e 9 feriti

{foto4c}

 {foto3c}

(ASAPS) - Nel mese di settembre lo speciale Osservatorio il Centauro – Asaps sugli incidenti ai trattori agricoli, ha registrato un aumento degli eventi complessivi e delle vittime rispetto al mese di agosto. Un aumento che si accentua ancora di più, se li si confronta con quelli dello stesso mese del 2009: ben 21 incidenti e 11 deceduti in più. A settembre 2010 sono stati monitorati 40 incidenti col coinvolgimento di trattori agricoli, 15 dei quali  (37,5%) sono avvenuti su strada, mentre 25 (62,5%) hanno visto come teatro i campi, i boschi, i frutteti, in sostanza l’ambiente classico del lavoro degli agricoltori. Nei 40 sinistri, secondo i dati dell’osservatorio Asaps, hanno perso purtroppo la vita 23 persone, ad agosto furono 20. Venti deceduti erano i conducenti del mezzo agricolo, 2 erano terzi coinvolti e 1 era trasportato sul trattore. Ventotto le persone rimaste ferite, di cui 8 erano i conducenti del mezzo agricolo, e 20 terzi coinvolti.
Cinque eventi sono accaduti di notte, 35 di giorno. In 14 casi (35%) il conducente era un anziano over 65. Non si sono verificati incidenti con cittadini stranieri coinvolti, e non è stato registrato nessun caso con un conducente in stato di ebbrezza.     
Nel mese di settembre 2009 l’osservatorio registrò 19 sinistri, di cui 8 si verificarono su strada e 11 fuori strada, che causarono 12 morti e 9 feriti. Diciotto incidenti avvennero di giorno e 1 solo di notte. Confrontando i dati riferiti alle morti verdi con quelli relativi alla sinistrosità in autostrada emerge un altro dato “imbarazzante”. Infatti a settembre, il numero di persone che ha perso la vita sui mezzi agricoli è uguale a quello delle vittime registrate sull’intera rete autostradale nazionale. (ASAPS)

 

  

28447

Giovedì, 07 Ottobre 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK