Venerdì 18 Giugno 2021
area riservata
ASAPS.it su
Editoriali 10/06/2010

158° Anniversario della fondazione della Polizia di Stato - Quando l’emozione non arriva alla gola

Una Festa della Polizia senza le moto della Polizia Stradale e senza saggio dei motociclisti
 

28180




Cosa ci volete fare, sarà per quei 30 anni trascorsi con la divisa della Polizia addosso, sarà per l’avanzare dell’età, però ogni volta che partecipo alla Festa della Polizia a Roma mi emoziono, l’occhio si inumidisce.
L’inno Nazionale, il nostro Presidente, le bandiere, il ricordo dei nostri caduti. Insomma una centrifuga di emozioni che ti fa venire il nodo alla gola. Quest’anno però – devo essere proprio sincero – l’emozione non è arrivata a livelli elevatissimi. Inaspettatamente ho dovuto constatare che nello schieramento nella Piazza del Popolo non c’era una sola motocicletta della Stradale. Di più. Dopo decine di anni nei quali i Centauri la facevano da protagonisti alla grande, non c’è stato neppure il tradizionale saggio della Squadra acrobatica, con la sua capacità di formare figure stupende, incroci scenografici perfetti, piramidi umane mozza fiato e tutto accompagnato dalle marce della Polizia, dall’inno europeo, dalle trascinanti musiche di Wagner, come la Cavalcata delle Valchirie, in un crescendo di incroci e passaggi sempre perfetti e coinvolgenti con applausi scroscianti di pubblico e autorità. Quest’anno no. Quest’anno dopo lo schieramento, dopo la premiazione degli stupendi uomini delle squadre catturandi di Palermo e Reggio Calabria (il momento più alto della commozione pensando a Falcone e Borsellino e agli agenti martiri con loro), alla premiazione della prima donna della Polizia Femminile, è stata preparata una scenografia moderna, di una società che vive e si intreccia con la voglia di serenità e sicurezza, presentata da un gruppo di ragazzi bravissimi che hanno formato lo slogan della giornata: c’è più sicurezza insieme. Però lasciatemi dire che il giorno della festa dei poliziotti devono essere loro, almeno per un giorno, i protagonisti. Non è stato così.
L’intervento di queste brave maestranze esterne mi fa pensare ad una sorta di Festa Catering della Polizia. Ecco, sono sincero, questa volta non sono riuscito a raggiungere i gradi più elevati della scala Richter delle mie emozioni. Non me ne vogliate.
Spero solo che quella sessantina di agenti della Stradale risparmiati nel saggio siano oggi e domani ad esprimere le loro qualità in pattuglia sulle nostre strade. Se la conta dei morti e dei feriti sulle strade nel week-end sarà stata in calo, beh allora sarò contento lo stesso.
Buon compleanno e auguri Polizia.

 

Giordano Biserni
Presidente Asaps

 


Giovedì, 10 Giugno 2010
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK