Venerdì 27 Novembre 2020
area riservata
ASAPS.it su
Rassegna stampa 20/12/2004

Rassegna stampa del 18 Dicembre 2004

Rassegna stampa del 18 Dicembre 2004


Da "Il Corriere della Sera" del 19 dicembre 2004
Piazza Prealpi, bomba carta davanti alla sede della Stradale

 Ieri alle 23.30 una bomba carta è esplosa all’interno di una cabina telefonica vicina al Comando della Polizia stradale di Milano, in via Prealpi, zona Certosa. Sul luogo è intervenuto personale della Digos e della scientifica. L’esplosione ha letteralmente divelto la base della cabina telefonica e danneggiato quella vicina. La bomba carta era stata sistemata sotto la pedana in metallo. Niente, almeno nelle prime ore, ha portato gli investigatori a ritenere che possa essersi trattato di un attentato. Nessuna rivendicazione né il ritrovamento di volantini che possano ricondurre alla lunga scia di attentati dinamitardi firmati dagli "anarco insurrezionalisti" che recentemente hanno colpito in varie zona d’Italia. Alcuni testimoni avrebbero visto fuggire tre ragazzi.

Da "La Repubblica" del 19 dicembre 2004
Milano, 10:17
Bomba carta esplode davanti ufficio Polizia stradale

Una bomba carta è stata fatta esplodere, verso le 23.30 di ieri, davanti a tre cabine telefoniche vicino al comando della Polizia Stradale di Milano, in piazza Prealpi, in zona Certosa. Non ci sono feriti, e a momento nessuna rivendicazione collegherebbe l’episodio, con la sede delle forze dell’ordine.
Il piccolo, rudimentale ordigno, sembra sia stato posato a terra, davanti alle cabine. L’esplosione, abbastanza violenta, le ha danneggiate tutte, ma non ha provocato altri danni. Alcuni testimoni avrebbero visto dueo tre ragazzi scappare dopo il botto.

Da "Il Gazzettino" del 19 dicembre 2004
Il bilancio della Stradale letto sulla base dell’età degli automobilisti indisciplinati: 14 mila contravvenzioni
Pirati della strada, 42 multati
Crescono le omissioni di soccorso. Sono i 40enni a ignorare le regole di guida.

Pordenone
Dati alla mano, di anno in anno si abbruttisce la figura dell’automobilista pordenonese, che oltre a dimostrarsi sempre più incivile al volante è anche sempre più giovane. Questo il quadro, poco edificante, disegnato dalle statistiche messe a punto dalla Polizia stradale attraverso le contravvenzioni elevate, nell’arco di tempo compreso tra il 1. gennaio e il 30 novembre scorso. Un numero davvero spropositato: ben 14 mila 844. E i più indisciplinati risultano essere i guidatori di età compresa tra i 36 e i 45 anni. Altra cosa che desta perplessità e la dice lunga sulle trasgressioni dei nostri guidatori, sono state ben 42 le multe appioppate dagli agenti della Polizia stradale per omissioni di soccorso.

Da "L’Arena" del 19 dicembre 2004
Conducente bloccato in autostrada
Ubriaco al volante tenta di tamponare l’auto della polizia
r.v.

Si era messo al volante con un tasso di alcol nel sangue cinque volte superiore a quello consentito dalla legge. E il passeggero accanto a lui stava ancora peggio. Ma per fortuna degli altri conducenti la loro auto è stata bloccata dai poliziotti prima che potesse causare dei guai. È accaduto l’altra mattina, all’alba, sulla carreggiata est dell’Autostrada Serenissima, in direzione di Venezia. Gli agenti della polstrada di Verona sud erano impegnati in un servizio di controllo nell’area di servizio Monte Baldo quanto hanno notato una Citroen Xara partire dal parcheggio a forte velocità e dirigersi, con andatura a zig-zag, verso lo svincolo per immettersi nell’autostrada.
A quel punto è scattato l’inseguimento. Ma il conducente, anziché fermarsi, ha compiuto una serie di brusche frenate, tentando di causare un tamponamento con la polizia. Dopo un chilometro di queste "esibizioni" gli agenti del sostituto commissario Antonio Di Ruzza sono riusciti a fermarlo. Dall’atteggiamento era evidente che il conducente aveva bevuto. L’uomo, un quarantacinquenne lombardo, è stato perciò accompagnato al comando per essere sottoposto al test alcolemetrico. Lo strumento ha dato un risultato inequivocabile: l’uomo aveva un tasso di alcol superiore al 2,5 per cento, a fronte dello 0,5 consentito dalla legge.
La vettura è stata posta sotto sequestro alla Lepanto: il conducente dovrà rispondere di guida in stato di ebbrezza. I controlli lungo la rete autostradale verranno ulteriormente intensificati da parte della polstrada di Verona sud in occasione delle festività.


Lunedì, 20 Dicembre 2004
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK