Martedì 11 Maggio 2021
area riservata
ASAPS.it su

News Giurisprudenza

News Giurisprudenza

Raccolta di notizie riguardante sentenze emesse dai vari giudici

Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Per la Cassazione, il conducente è esente da colpa solo se il pedone tiene una condotta imprevedibile e inevitabile, non rileva il rispetto dei limiti di velocità
Quando si verifica un sinistro stradale che vede coinvolto un conducente e un pedone, non rileva che il primo rispetti i limiti di velocità per andare esente da colpa. E' infatti compito del conducente porre sempre attenzione ...
Condividi
Ricorda la Cassazione che per comunicare i dati del conducente non si deve attendere la conclusione del procedimento di opposizione al verbale della violazione presupposta... >Continua a leggere su studiocataldi.it di Annam...
Condividi
I raggi negli occhi non sono una buona scusa per ritenersi senza colpa
Sta per esplodere l’estate e quindi è bene rammentare un principio: conducente abbagliato dal Sole? Responsabile del sinistro con lesioni fisiche per la vittima (un motociclista). I raggi negli occhi non sono una buona scusa...
Condividi
Il GIP di Modena: rallentare la corsa o schiacciare altra automobile verso il guardrail è tentativo di violenza privata
Purtroppo la criminalità stradale assume connotati multiformi, con il verificarsi di fattispecie di reato comuni commesse attraverso l'utilizzo dei veicoli, definiti e disciplinati dal codice della strada, quali mezzi e/o stru...
Condividi
Per gli Ermellini, la PA non è responsabile se il motociclista cade subito dopo che il furgone dell'immondizia ha perso del liquido, perché non ha il tempo di pulire
La pubblica amministrazione è libera dalla responsabilità per danni da cose in custodia, così come contemplata dall'art. art. 2051 c.c., in relazione ai beni demaniali, se fornisce la prova liberatoria che l'...
Condividi
Annullate dal Giudice di Pace di Ivrea le sanzioni per due conducenti multati per passaggio col rosso, stante la mancanza di delibera del Comune di autorizzazione all'installazione dell'impianto
Qualora l'ente titolare della strada abbia deciso di posizionare un apparecchio automatico che rileva il passaggio con il rosso al semaforo, sarà necessaria una delibera preventiva con cui venga formalmente autorizzata la sua ...
Condividi
La Cassazione ribadisce che anche il pedone che attraversa fuori dalle strisce pedonali e non controlla il semaforo è responsabile del sinistro
La Corte di Cassazione con l'ordinanza n. 6514/2021 torna a occuparsi del concorso di colpa del pedone e ribadisce che anche questo utente della strada è tenuto a prestare attenzione nel momento in cui deve attraversare la str...
Condividi
Per la Cassazione, la lesione al naso riportata dal passeggero che si sporge dal finestrino per aiutare il conducente a compiere una manovra è anche colpa sua, ha violato il codice della strada
Per la Cassazione, come chiarito nell'ordinanza n. 4789/2021 è corretto riconoscere il concorso di colpa al soggetto trasportato, che si sporge dal finestrino per aiutare il conducente a fare manovra. La lesione al naso cagion...
Condividi
Per il Giudice di Pace di Trebisacce è ammissibile una motivazione per relationem, ma non è sufficiente un mero rinvio. Le controdeduzioni dell'organo accertatore non assumono valenza di atto pubblico
L'ordinanza-ingiunzione prefettizia va annullata qualora emerga una mancanza assoluta di motivazione stante l'illegittimità per carenza del fondamentale requisito previsto dall'art. 3 della legge n. 241/1990, a cui si ...
Condividi
La soluzione è stata fornita dal Tribunale di Torino che ha condannato il conduttore al risarcimento del danno per negligenza
L'articolo 1587 del Codice Civile stabilisce le obbligazioni principali del conduttore di un bene immobile. Tale norma si applica anche in caso di locazione di automobili (c.d. leasing). Tra le obbligazioni vi rientra quella di servi...
Condividi
Il Palazzaccio ribadisce che il conducente è tenuto a rallentare anche quando si trova nelle vicinanze delle strisce pedonali
Il conducente deve prestare attenzione e tenere una condotta prudente anche quando si trova nella zona vicina alle strisce pedonali. Questa la precisazione della Cassazione nella sentenza n. 4738/2021, che chiude una vicenda giudiziaria ...
Condividi
Per non considerarsi prescritta, la cartella dovrà essere notificata entro il terzo anno successivo a quello in cui l'accertamento è divenuto definitiv
Non si è tenuti al pagamento del bollo auto qualora la tassa sia caduta in prescrizione, ovvero sia stato superato quel termine massimo per richiederne il pagamento. In particolare, nel caso di questo tributo automobilistico, la p...
Condividi
Avviata dal MISE la pubblica consultazione sullo schema di Dpr che regola la tabella delle menomazioni all'integrità psicofisica tra 10 e 100 punti di invalidità ex art. 138 codice assicurazioni
Nuovo importante passo verso una tabella risarcitoria unica nazionale per i danni non patrimoniali derivanti da macrolesioni. Lo scorso 13 gennaio, infatti, il MISE ha avviato la pubblica consultazione sullo schema di d.P.R. che condurr&...
Condividi
Per la Cassazione, non c'è concorso di colpa del pedone, investito in un piazzale, se non ci sono attraversamenti pedonali fruibili
Escluso il concorso di colpa del pedone investito mentre attraversa un piazzale in cui non sono presenti strisce pedonali fruibili. Non esiste il divieto assoluto di attraversare le piazze, ma solo l'obbligo del pedone di usare gli a...
Condividi
La Direzione Generale per la sicurezza stradale del MIT risolve la vexata quaestio: le apparecchiature automatiche approvate possono essere utilizzate per accertare le violazioni come quelle omologate ma gli esperti replicano
Le procedure di approvazione e di omologazione dei dispositivi di rilevamento automatico sono equivalenti e dunque, una volta approvate, le apparecchiature possono essere utilizzate per l'accertamento delle violazioni, parimenti a qu...
Condividi
Per il Giudice di Pace di Lodi è inammissibile la costituzione in giudizio via PEC della Prefettura: manca la normativa ministeriale previo accertamento della funzionalità dei servizi di comunicazione
Nel giudizio di opposizione a ordinanza-ingiunzione intentato dal multato per violazione del Codice della Strada, deve ritenersi inammissibile, poiché irrituale, la costituzione in giudizio della Prefettura (parte resistente) avve...
Condividi
Per il Giudice di Pace di Alessandria, la P.A. che ha annullato i verbali in autotutela è tenuta a restituire il contributo unificato in virtù del criterio di soccombenza virtuale
L'amministrazione può tornare sui suoi passi e, rivalutate determinate situazioni, procedere all'annullamento o emendamento di atti da essa stessa emessi. Si tratta del c.d. potere di autotutela che ben può essere a...
Condividi
Il Giudice di Pace di Milano torna a pronunciarsi sulla differenza tra le procedure di omologazione e approvazione, ritenendo che non siano sinonimi... >Continua a leggere su studiocataldi.it di Lucia Izzo da studiocatald...
Condividi
Respinto il ricorso di una automobilista accusata di aver provocato un incidente stradale che contestava la tempistica di effettuazione dell’accertamento del tasso alcolemico
Con la sentenza n. 36795/2020 la Cassazione si è pronunciata sul ricorso di una donna accusata di aver condotto un’autovettura in stato di ebbrezza alcolica – pari a 1,75 g/I e 1,81 g/I – e di aver provocato un i...
Condividi
Per la Cassazione, il conducente deve far rispettare le regole durante il viaggio, per questo risponde di omicidio se la minore si slaccia la cintura e viene sbalzata fuori
A nulla vale il tentativo del conducente di convincere la Cassazione che il tragico incidente che ha provocato la morte di una minore è da ricondurre alla condotta di quest'ultima che, seduta sul sedile posteriore, ad un certo...
Condividi