Giovedì 07 Luglio 2022
area riservata
ASAPS.it su
Lo ha stabilito la Cassazione: chi causa un incidente deve subito soccorrere
La Cassazione, sezione quarta penale, con sentenza numero 33408 del 28 maggio 2014, depositata il 29 luglio 2014, si occupa di una questione molto particolare, e vede come protagonista positivo un motociclista. Investito in pieno da un automobilista, che invece di soccorrerlo cominciava a insultarlo, mentre il cent...
Condividi
08/Agosto/2014
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
Può sembrare una provocazione: una forte provocazione, anche di cattivo gusto. Ma è così che si sono svolti i fatti che hanno portato alla pronuncia della Cassazione Penale sez. IV 10/7...
Condividi
In caso di sinistri riconducibili a situazioni di pericolo connesse alla struttura o alle pertinenze della strada, la conseguente responsabilità derivante dal difetto di manutenzione può essere attenuata o esclusa in funzione dell’accertamento...
Condividi
E' possibile redigere un verbale di accertamento di infrazioni stradali in forma digitale ed automatizzata, nei casi in cui non possa procedere alla contestazione immediata dell’addebito al trasgressore. Lo afferma la Cassazione nella sentenza 20560/14...
Condividi
Una sentenza pesante quella pronunciata dalla Cassazione lo scorso 5 maggio 2014 (n. 9597). Pesante perché sostiene che un licenziamento di un autista è legittimo quando questi nella...
Condividi
Foto di repertorio dalla rete Per due anni il veicolo è rimasto nell’area di sosta nelle vicinanze di un impianto sportivo. Fatali le condizioni in cui esso è stato...
Condividi
Osservatorio sulla giustizia civile di Milano, tabelle 2014 per la liquidazione del danno non patrimoniale
Un massimo di 145 euro per giorno di inabilità assoluta, però personalizzato. Altrimenti la misura "standard" sarà di 96. L'Osservatorio sulla giustizia civile di Milano aumenta gli importi per la liqui...
Condividi
Foto di repertorio dalla rete La causa di non punibilità di cui all’art. 649 c.p. (Non punibilità e querela della persona offesa, per fatti commess...
Condividi
Falsificare il tagliando di assicurazione configura il reato di falso in scrittura privata: lo ha stabilito la Corte di Cassazione con la Sentenza n. 299 dell'8 gennaio 2014. La recente pronuncia inquadra gli estremi della fattispecie criminosa e chiarisce la differenza rispetto al reato di ricettazione
Solo se la falsificazione del tagliando assicurativo proviene da altro reato saranno applicate le pene previste dal Codice Penale per il reato di ricettazione ai sensi dell’art. 648. La Corte di Cassazione torna sul tema Rc auto...
Condividi
C’è una sentenza che potrebbe suscitare qualche prurito a molti autisti dipendenti di aziende di autotrasporto. È per la precisione quella con cui lo scorso 13 maggio (n. 10366...
Condividi
Lo ha stabilito la Corte di Cassazione
ROMA - La multa per eccesso di velocità, accertato con l'ausilio dell'autovelox, è nulla se il segnale del limite di velocità non viene ripetuto dopo l'incrocio. Lo ha stabili...
Condividi
di Girolamo Simonato*
La Corte di Cassazione, sezione sesta civile, con l'ordinanza n. 11018/14, del 20.5.2014, ha ribadito un principio importante sul regolare posizionamento della segnaletica relativa al controllo velocità operato dalle forze di polizia...
Condividi
Automobilista scatenato nelle vicinanze dell’attività commerciale gestita da due sue parenti: passa più e più volte in quella strada, a tutto gas. Evidente il fastidio arrecato non solo alle due titolari dell’esercizio pubblico ma anche agli avventori. Conseguenziale la condanna.
Vendetta familiare davvero atipica, a colpi di sgommate: il protagonista, alla guida della propria automobile, sfreccia a tutto gas, ripetutamente, lungo la piccola strada su cui affaccia l’attività commerciale...
Condividi
Chi non paga il biglietto sui mezzi pubblici giustamente deve essere multato ma il controllore non deve infierire sul `portoghese´ davanti agli altri passeggeri...
Condividi
(Corte d'Appello di Bologna - Sentenza 30 maggio 2014)
Non serve l'apertura del messaggio di posta elettronica da parte del destinatario per considerare effettuata la notifica a mezzo Pec. Lo chiarisce la Corte di appello di Bologna con sentenza del 30 maggio...
Condividi
Il caso riguarda un motociclista sanzionato qualche minuto dopo l’infrazione
Foto di repertorio dalla rete Forse non tutti lo sanno (anche se tutti dovrebbero): in base all’articolo 171, comma 2, del Codice della Strada, chi guida la moto senza casco vien...
Condividi
Ai fini del giudizio di responsabilità nel reato di guida in stato di alterazione psico-fisica per uso di sostanze stupefacenti, è necessario provare non solo la precedente assunzione di sostanze stupefacenti, ma anche che ...
Condividi
La Corte di Cassazione (sentenza n. 12291/2014) ha ritenuto legittima la dismissione della detenzione dell’immobile da parte della conduttrice a causa del continuo abbaiare del cane dell’inquilino...
Condividi
Il principio di affidamento trova applicazione anche in relazione ai reati colposi, commessi a seguito di violazione di norme sulla circolazione stradale, ed impone di valutare, ai fini della sussistenza della colpa...
Il principio di affidamento trova applicazione anche in relazione ai reati colposi, commessi a seguito di violazione di norme sulla circolazione stradale, ed impone di valutare, ai fini della sussistenza dell...
Condividi
Impatto fatale per il passeggero del mezzo pubblico. Condanna, per omicidio colposo, per l’automobilista, che avrebbe dovuto prevedere la possibilità...
Condividi
Pagine: 1 2 3 4