Domenica 19 Settembre 2021
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., Sez. III, 18 giugno 2012, n. 9939)
  Assicurazione obbligatoria – Fondo di garanzia per le vittime della strada – Sinistro causato da veicolo non identificato – Onere della prova – Domanda di risarcimento nei confronti dell’impresa designata – Onere della prova a carico della vittima – Contenuto – Omessa indicazione dei testimoni n...
Condividi
18/Giugno/2012
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Civ., Sez. II, 27 agosto 2007, n. 18071)
In materia di circolazione stradale, qualora non si sia proceduto alla contestazione immediata della violazione delle norme del codice della strada, ai sensi dell’art. 200, primo comma, del D.L.vo 20 aprile 1992 n. 285, ben pu&ogra...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 1 marzo 2007, n. 4793)
Ai fini dell’applicazione dell’art. 105 dell’abrogato codice della strada (D.P.R. 15 giugno 1959, n. 393), e per stabilire se il luogo da cui si sboccava nella strada fosse o non soggetto al pubblico passaggio, occorrev...
Condividi
(Giudice di Pace Civile di Torino, 22 maggio 2007, n. 5321)
E’ nulla l’ordinanza-ingiunzione che ometta di pronunciarsi sulla specifica censura del ricorrente, con la quale questi denunci, fondatamente, l’incongruenza dei motivi addotti dall’organo di polizia stradale per ...
Condividi
(Tribunale Penale di Trento)
Anche dopo l’entrata in vigore della L. 2 ottobre 2007, n. 160, di conversione del D.L. 3 agosto 2007, n. 117 (Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione), l...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 14 giugno 2012, n. 23631)
Non integra il reato previsto dall’art, 116, comma tredicesimo, cs., ma la violazione amministrativa sanzionata dall’art. 116, comma 13 bis, la guida di un ciclomotore con cilindrata fino a 50 cc. senza aver conseguito il pre...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 14 giugno 2012, n. 9727)
Assicurazione obbligatoria - Risarcimento danni - Impresa in liquidazione coatta amministrativa - Impresa designata - Successore a titolo particolare - Intervento in appello - Posizione processuale - Identità con quella dell&rs...
Condividi
(Cass. civ., sez. I, 13 giugno 2005, n. 12619)
Per le violazioni del codice della strada, non potendo ad esse applicarsi la disposizione generale dell’art. 14 della legge 24 novembre 1981, n. 689, in tema di sanzioni amministrative. secondo cui la mancata contestazione immediat...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. VI, 11 giugno 2012, n. 9486)
In tema di competenza per territorio del giudice dell’opposizione a sanzioni amministrative per violazione delle norme del codice della strada sui limiti di velocità, ove detta violazione sia stata accertata mediante il sist...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 11 giugno 2012, n. 9441)
Ai sensi degli artt. 1 e 18 della legge n. 990 del 1969 (applicabili “ratione temporis”), l’azione diretta nei confronti dell’assicuratore del responsabile spetta al danneggiato quando il sinistro sia avvenuto in ...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. VI, Ord. 11 giugno 2012, n. 9486)
Posto che, in caso di eccesso di velocità rilevato con il “Sistema informativo controllo della velocità” (c.d. “Tutor”), non è dato conoscere con precisione il punto esatto in cui il conducent...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. II, 27 agosto 2007, n. 18061)
Depenalizzazione – Applicazione delle sanzioni – Pagamento in misura ridotta – Violazioni al codice della strada – Ordinanza-ingiunzione applicativa della sanzione accessoria di ripristino dello stato dei luoghi &...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. II, 27 agosto 2007, n. 18062)
Depenalizzazione – Accertamento delle violazioni amministrative – Solidarietà – Violazioni del codice della strada punibili con la sanzione amministrativa pecuniaria – Persone giuridiche, enti o associazion...
Condividi
(Cass., Pen., Sez. IV, 23 marzo 2007, n. 12255)
La ratio della disposizione di cui all’art. 149 del codice della strada, relativo all’obbligo di mantenere le distanze di sicurezza, è quella di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del veicolo che segue p...
Condividi
(Cass. Pen., sez. III, 14 giugno 2007, n. 23114)
Nel procedimento davanti al giudice di pace, la particolare tenuità del fatto quale causa di improcedibilità non opera in relazione al reato di guida in stato di ebbrezza, ove la legge prende in considerazione il mero fatto...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. VI, 1 agosto 2007, n. 31425)
Ha natura di funzione pubblica la riscossione delle tasse automobilistiche da parte di una delegazione dell’ACI. Integra il delitto di peculato la condotta del gestore di fatto di una delegazione dell’ACI che, avendo effet...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 13 luglio 2007, n. 27744)
Il reato di guida in stato di ebbrezza commesso in data successiva all’entrata in vigore del D.L. 27 giugno 2003, n. 151 e anteriore all’entrata in vigore della legge di conversione 1 agosto 2003, n. 214 può essere est...
Condividi
(Cass. Pen., Sez. fer., 13 agosto 2007, n. 32823)
L’oblazione di cui all’art. 1632 bis c.p. non è applicabile al reato di cui all’art. 187 c.s. commesso dopo l’entrata in vigore del D.L. n. 151 del 2003, conv. con mod., nella L. n. 214 del 2003.  
Condividi
(Cass. Pen., Sez. IV, 6 settembre 2007, n. 34134)
Nel reato di «fuga» previsto dall’art. 189, commi sesto e settimo, c.s., il dolo deve investire non solo l’evento dell’incidente, ma anche il danno alle persone e, conseguentemente, la necessità del s...
Condividi
(Cass. Civ., Sez. III, 21 settembre 2007, n. 19493)
Per il disposto dell’art. 149, comma 1, del vigente codice della strada (D.L.vo n. 285 del 1992) il conducente di un veicolo deve essere in grado di garantire in ogni caso l’arresto tempestivo del mezzo, evitando collisioni c...
Condividi
Pagine: 1 2 3