Lunedì 19 Aprile 2021
area riservata
ASAPS.it su
(Cass. Civ., sez. II, 19 agosto 2005, n. 17019)
In tema di circolazione stradale, in caso di guida di motoveicoli di cilindrata superiore a 125 centimetri cubici senza patente di categoria A ma con patente di categoria B rilasciata dopo il 26 aprile 1988 trova applicazione l’art. 116, comma 13, (sanzionante la guida di autoveicoli o motoveicoli senza avere conseguito la patente ovvero senza paten...
Condividi
24/Febbraio/2012
Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK
(Cass. Civ., sez. I, 230 maggio 2005, n. 11369)
La condotta contemplata dall’art. 186 del codice della strada, consistente nella guida di autoveicolo in stato di ebbrezza, costituisce un fatto penalmente rilevante, cui consegue, quale sanzione amministrativa accessoria, la sospe...
Condividi
(Cass. Civ., sez. I, 30 maggio 2005, n. 11367)
In tema di guida in stato di ebbrezza (nella disciplina di cui all’art. 186 del nuovo codice della strada e dell’art. 379 del relativo regolamento), non è necessaria, ai fini dell’accertamento di tale stato, la v...
Condividi
(ASAPS) La Corte di Cassazione ha sentenziato in merito al ricorso presentato da un automobilista che, condannato per guida in stato di ebbrezza, si era visto infliggere l’aggravante di aver provocato un incidente in quanto con il ...
Condividi
(Cass. Pen., sez. IV, 12 ottobre 2005, n.36922)
Ai fini della configurabilità della contravvenzione di cui all’art. 186 del codice della strada (D.L.vo 30 aprile 1992 n. 285), per accertare lo stato di ebbrezza del conducente del veicolo non è indispensabile l&rsqu...
Condividi
(Cass. Pen., sez. I, 3 ottobre 2006, n. 35628)
Il reato previsto dall’art. 187 del codice della strada, guida in stato di alterazione per uso di sostanze stupefacenti, a differenza del reato previsto dall’art. 186, guida in stato di ebbrezza, anche dopo la modifica introd...
Condividi
a cura di Franco Corvino
Giurisprudenza da il Centauro n.154  
Condividi
21/02/2012 Corte di Cassazione
(Cass. Pen., sez. IV, 16 febbraio 2012, n. 6381)
A carico dell'automobilista ubriaco che, pur non provocando incidenti, finisce fuori strada, sì all'applicabilità dell'aggravante (pena raddoppiata e fermo amministrativo dell'auto).  Nella specie la ...
Condividi
(GdP di Ancona, 24 marzo 2006)
La ratio dell’art. 126 bis c.s., come novellato a seguito della pronuncia della Corte costituzionale n. 27 del 24 gennaio 2005, che ha dichiarato l’illegittimità costituzionale della norma laddove decurtava i punti del...
Condividi
(GdP di Carpi, 29 maggio 2006, n. 196)
E’ nulla l’ordinanza-ingiunzione prefettizia con la quale sia stato respinto un ricorso in opposizione a sanzione amministrativa per violazione del codice della strada, qualora il Prefetto abbia omesso di raddoppiare l’...
Condividi
(Ordinanza Corte Costituzionale, 12 dicembre 2011 n. 335)
nel giudizio di legittimità costituzionale dell’articolo 204-bis, comma 1, del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), introdotto dall’art. 4, comma 1-septies, del decreto-legge 27 giugno 2003, n. 151 (Modifiche ed integrazioni al codice della strada), convertito, con modificazioni, dalla legge 1° agosto 2003, n. 214...
Condividi
La quarta sezione penale della Cassazione, con sentenza 4927 del 2 febbraio 2012, ha sancito che in caso di condanna per guida in stato di ebbrezza, chi ha commesso il reato ha diritto di commutare la pena in lavori di pubblica utilit&ag...
Condividi
17/02/2012 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez. III, 29 novembre 2011, n. 25218)
"La censura è inammissibile. Come si desume dallo stesso contenuto della doglianza, riportata nella sua essenzialità, i ricorrenti lamentano che la decisione della Corte di merito si fonda su una falsa percezione della...
Condividi
16/02/2012 Corte di Cassazione
Commento di Ugo Terracciano
Sulla strada mai fare affidamento sulla correttezza altrui. Lo ha ricordato la Cassazione Penale con la sentenza 16020 del 21 aprile 2011, trattando un caso di omicidio colposo. A chiedere di essere assolto da ogni addebito era stato i...
Condividi
15/02/2012 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez. VI, 7 novembre, 2011, n. 23063)
Il licenziamento con preavviso è sanzione sproporzionata per il lavoratore che, in seguito al ritiro della patente di guida a causa di stato di ebrezza, non possa svolgere il turno settimanale di reperibilità per interventi...
Condividi
14/02/2012 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez.III, 17 novembre 2011, n. 24089)
(omissis)   Svolgimento del processo   C. R. convenne in giudizio dinanzi al Tribunale di Roma E. B. e la società A. A. s.p.a. chiedendo il risarcimento dei danni che asseriva di aver subito a seguito ...
Condividi
13/02/2012 Corte di Cassazione
(Cass. Civ., sez. III, 2 febbraio 2012, n. 1493)
La presente pronuncia (Cass. Civ., 1493/2012) riconosce che l'esistenza della condizione di reciprocità prevista dall’art. 16 preleggi si pone come fatto costitutivo del diritto azionato dallo straniero, che deve essere ...
Condividi
(GdP di Padova, 29 giugno 2006, n. 2797)
E’ illegittima e, pertanto, deve essere annullata, la cartella esattoriale relativa a contravvenzioni per violazioni al codice della strada qualora sia decorso il termine, previsto sotto pena di decadenza, di iscrizione a ruolo. (D...
Condividi
(GdP Civile di Abbiategrasso, 11 luglio 2006)
Rientra nell’«uso improprio»dei dispositivi di segnalazione luminosa sanzionato dall’art. 153, comma 11, c.s., l’utilizzo ripetuto di luci abbaglianti per segnalare ad altri conducenti la presenza di una pat...
Condividi
(Tribunale Forlì, sez. pen., 7 novembre 2011, n. 1167)
La materia in questione è quella, ben collaudata, del consenso al prelievo ematico giustificato da protocolli medici di pronto soccorso. Essa si connota per una giurisprudenza piuttosto stabile, con interventi frequenti della Supr...
Condividi
Pagine: 1 2 3 4 5