Giovedì 08 Dicembre 2022
area riservata
ASAPS.it su
Articoli 31/05/2006

Pneumatici Winter: la soluzione intelligente


L’imprevedibilità di alcuni fenomeni atmosferici mette a dura prova la mobilità dei viaggiatori e la tranquillità nei trasporti, rendendo sempre più difficile trovare soluzioni efficaci a questi inconvenienti. L’esigenza di una maggiore sicurezza e mobilità durante la stagione invernale, hanno portato al celere sviluppo di una nuova categoria di prodotti: gli pneumatici winter, comunemente chiamati “gomme da neve”. A differenza di alcuni paesi dell’Europa del Nord, come Estonia, Finlandia, Lettonia, Lituania, Norvegia, Svezia dove vige l’obbligo di viaggiare con pneumatici invernali per i mesi più freddi, in Italia l’obbligo di coperture invernali vale solo su alcune strade o, dove segnalato, in caso di condizioni climatiche avverse. Come già sancisce il Codice della Strada si sa che: “Il segnale catene per neve obbligatorie deve essere usato per indicare l’obbligo di circolare, a partire dal punto di impianto del segnale, con catene da neve montate o con pneumatici da neve......”.
Da ciò si deduce che il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha ribadito la perfetta equivalenza tra catene da neve montate e l’uso di pneumatici invernali. Fino all’arrivo dei pneumatici winter, le catene da neve hanno rappresentato lo strumento per affrontare i disagi provocati dalla neve. Queste ultime comportano un notevole dispendio di tempo ed energie per numerosi conducenti; inoltre le nevicate improvvise rendono spesso tardivo il montaggio delle stesse, e su alcune vetture le catene non sono omologate, oltre ad imporre un limite di velocità di 50 km/h.
Oggi gli pneumatici invernali rappresentano la risposta intelligente alla sicurezza stradale ogni volta che la temperatura scende sotto i sette gradi. Infatti in caso di neve, ghiaccio o fango questo tipo di coperture riduce notevolemente gli spazi di frenata e consente di viaggiare alla stessa velocità di quelle normali, garantendo prestazioni ottimali anche con asfalto asciutto, quando la temperatura esterna è bassa.
Quando il termometro si abbassa, infatti, le normali mescole dei battistrada estivi si induriscono progressivamente portando ad una diminuzione della motricità. I pneumatici progettati invece specificatamente per l’inverno come Pirelli Winter
 Sottozero, Winter Snowsport, Winter Snowcontrol grazie ai profondi incavi del battistrada, alla fitta lamellatura e alle mescole termoaderenti a base di silice, assicurano aderenza anche in presenza di brina o ghiaccio e con basse temperature. Per coloro i quali adottano coperture Run Flat, la particolare tecnologia che permette al pneumatico di continuare la marcia anche dopo una foratura per 80 km ad 80 km/h, Pirelli ha previsto la versione Winter Sottozero Run Flat sviluppata con l’esclusivo ed innovativo processo produttivo MIRS (Modular Integrated Robotized System).
Gli pneumatici invernali di ultima generazione forniscono prestazioni superiori in aderenza, motricità e frenata. In particolare offrono ottimo comfort di marcia e minore rumorosità, caratteristiche che sono state migliorate rispetto alle prime versioni. I migliori e più moderni “invernali” assicurano buoni livelli di comfort, silenziosità e scorrevolezza anche nelle situazioni più impegnative, che sovente devono essere affrontate dagli sportivi “SUV”, per i quali Pirelli ha previsto una specifica gamma: Scorpion Ice&Snow, soluzione ideale per garantire un utilizzo senza limitazioni. La gamma di pneumatici invernali è ampia e può soddisfare diverse esigenze. Quindi oltre a Winter Snowsport, a Sottozero, pneumatici ribassati UHP, a Scorpion Ice&Snow, per i SUV, Pirelli ha introdotto anche la linea Winter Snowcontrol, che garantisce un ottimo comfort di marcia, riducendo notevolemente il rumore di rotolamento in particolare su city car e vetture di fascia media, comprese le monovolumi.
Le coperture Winter vengono proposte anche dalla gamma Ceat con prodotti economicamente più competitivi come l’Artic III. Anche dal punto di vista dei costi, quindi, gli pneumatici invernali sono un’alternativa intelligente. La soluzione ottimale è quella di dotare la propria automobile, fin dall’acquisto, di un set di gomme invernali da sostituire con le estive ad ogni passaggio di stagione. Inoltre, dotarsi di un set di pneumatici invernali di qualità, costa sempre meno che riparare un parafango ammaccato dopo un’incidente. Infatti come è possibile leggere sul numero di gennaio di “Al volante” riparare il paraurti anteriore di una Ford Fiesta comporta un costo totale di 463,08 euro. Una cifra non indifferente se si pensa che invece attualmente i costi degli invernali e degli estivi sono pressochè assimilabili. Il buon senso, d’altronde, ne raccomanda l’utilizzo in diverse occasioni soprattutto grazie alle moderne tecnologie che ne hanno permesso un grande sviluppo nella progettazione. Non è necessario attendere le prime nevicate per apprezzare le prestazioni dei pneumatici winter. Spesso infatti la tenuta di strada e la sicurezza di marcia vengono compromessi a causa di imprevedibili raffreddamenti della superficie stradale. In queste condizioni la mescola battistrada “winter” garantisce un maggior grado di aderenza rispetto alle coperture normali. Concludendo, quindi, l’utilizzo di questa nuova categoria di gomme non è un lusso ma una necessità a cui è consigliato adeguarsi per la sicurezza stradale.

 

Informazioni e consigli di Pirelli sulle coperture invernali:

• Non è necessario montare le catene. La legge ribadisce la perfetta equivalenza con gli pneumatici winter.

• É necessario montare quattro pneumatici invernali per avere comportamenti omogenei sugli assi e mantenere aderenza e stabilità in curva e frenata. Per evitare situazioni di pericolo non montare sullo stesso asse pneumatici con incavi battistrada differenti.

• Evitare il montaggio di pneumatici invernali di marche differenti.

• Si consiglia l’equipaggiamento con pneumatici aventi codice di velocità inferiori o uguali a quelli dei pneumatici standard, attenendosi sempre alla velocità massima di utilizzo imposta dal tipo di pneumatico.

• Gli pneumatici invernali non sono soggetti a limitati periodi di utilizzo.

• Con il fondo stradale innevato gli pneumatici invernali riducono lo spazio di frenata del 30% rispetto alle gomme convenzionali.

• Si consiglia di rispettare il montaggio della direzionalità del disegno. Per la sicurezza stradale controllare sempre la pressione, lo spessore del battistrada e lo stato di salute dei pneumatici.  


© asaps.it
Mercoledì, 31 Maggio 2006
stampa
Condividi


Area Riservata


Attenzione!
Stai per cancellarti dalla newsletter. Vuoi proseguire?

Iscriviti alla Newsletter
SOCIAL NETWORK